12/01/2017 1.00.00

Cristo nostro Sposo

Chi possiede la sposa è lo sposo; ma l'amico dello sposo, che è presente e l'ascolta, esulta di gioia alla voce dello sposo. Ora questa mia gioia è compiuta. Egli deve crescere e io invece diminuire.
Giovanni il Battista interrogato su Gesù  fa un meraviglioso paragone del rapporto fra Cristo e l'umanità che accorre a Lui:
SPOSO E SPOSA!
E lui, Giovanni il Battista che  si definisce l'amico  dello Sposo, che gioisce per la venuta dello Sposo, sa che deve diminuire. Ancora  una volta San Giovanni viene a combattere la malattia  del "protagonismo" nella fede cristiana.
Il profeta, l'annunciatore deve diminuire  e deve crescere Gesù.
Giovanni il Battista  non vive questa affermazione  a chiacchiere, ma per davvero lui invió i suoi discepoli  da Cristo. San Giovanni ci fa capire chiaramente che la ricompensa del profeta non è l'apprezzamento umano dei suoi discepoli, ma la gioia di vedere che la sua vita ha orientato molti sulla strada di Cristo. Almeno all'interno della Chiesa basta con guide malate di protagonismo/carrierismo clericale! Il vero pastore  é semplicemente un testimone di Cristo che indica con ogni espressione  (parole e vita concreta) che Gesù è il Figlio di Dio. I tanti titoli tipo mons. e don e padre quello...se non trovano una reale corrispondenza nella testimonianza  sono solo una vetrinetta per il mondo. Rivestiamoci di Cristo e non di vuoti titoli. 

Michele Cuttano

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.