08/09/2017 12.50.51

Baby pusher, la droga da e per i minorenni

Tre arresti e tre ordinanze di obbligo di dimora sono i provvedimenti eseguiti questa mattina dai finanzieri della tenenza di Lucera che ritengono di aver scoperto un sistema di spaccio di sostanze stupefacenti quasi tutto indirizzato alla vendita a giovani e minorenni.
Le fiamme gialle hanno portato al carcere di Foggia A.T. di 48 anni, e C.G. e M.A. entrambi di 20 anni. Proprio questa mattina nell’abitazione del primo, sarebbero state rinvenute e sequestrate 50 dosi di cocaina.
L’operazione è stata denominata “Baby pusher” e le indagini sarebbero scaturite dal monitoraggio dei luoghi di abituale aggregazione dei ragazzi, tra cui scuole e locali pubblici e privati di Lucera.
Dalle verifiche sarebbe emerso che molto spesso sia i venditori che i clienti erano di bassissima età, i primi in grado di adottare teniche elusive e linguaggio in codice per sfuggire ai controlli delle forze dell’ordine, e i secondi peraltro interessati al consumo di droga di varie tipologie.

Qualche assuntore nel frattempo sarebbe anche diventato fornitore o intermediario, creando una fitta rete di acquirenti tra coetanei, anche al fine di autofinanziare l’acquisto di ulteriori partite di stupefacenti, con la registrazione di almeno 250 episodi di spaccio.
Tutto era nato all’inizio dell’anno scorso con l’arresto in flagraza di un 22enne e un 23enne, spacciatori ai quali era stato sequestrato un ingente quantitativo di stupefacenti tra marijuana, hashish e cocaina.
L’obbligo di dimora è stato disposto per altri tre giovani di 19, 21 e 23 anni. 

c.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.