13/10/2017 1.28.13

Mani sulla Testa

Quando lo spirito impuro esce dall’uomo, si aggira per luoghi deserti cercando sollievo e, non trovandone, dice: Ritornerò nella mia casa, da cui sono uscito.
Questo versetto ci spinge a riflettere al nostro rapporto con i nostri peccati...
Quando abbiamo incontrato Cristo certamente abbiamo abbandonato dei peccati che proprio non potevano più albergare nelle nostre esistenze (sarebbe drammatico se questo abbandono del peccato non fosse avvenuto in noi).
Bene, questo abbandonare il peccato dopo l'Incontro con Dio è un evento importante, che deve darci gioia e incoraggiamento...ma, attenzione, a volte ritornano se...allenti la tua presa a Gesù!
Ma sentirsi sicuri di aver per sempre schiacciato la testa a quel peccato, può essere un grave errore che poi potrà cagionarci tanta sofferenza spirituale e non solo.
Ogni giorno ma proprio ogni giorno chiediamo a Gesù che ci tenga le Sue Mani sulla nostra testa, combattiamo sempre contro il peccato facendo attenzione alle piccole brecce che i vissuti quotidiani generano sempre.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0322s.