14/01/2018 1.43.36

Chiamata

Allora il Signore chiamò: «Samuèle!» ed egli rispose: «Eccomi», poi corse da Eli e gli disse: «Mi hai chiamato, eccomi!». Egli rispose: «Non ti ho chiamato, torna a dormire!
Troppo forte la chiamata di Samuele!
Curiosa nelle sue modalità perchè passa attraverso il discernimento di un pur addormentato sacerdote di nome Eli.
Il Signore chiama Samuele il quale non capisce che è Dio che lo chiama e pensa che sia Eli a chiamarlo.
È fondamentale nella Chiesa che ci siano uomini dotati di discernimento, che sappiano capire per il prossimo la chiamata di Dio. Io ho avuto la fortuna di incontrarne 2, purtroppo per me ora entrambi alla Presenza di Dio. Chi ha discernimento sa indirizzare un cristiano per la sua giusta strada che lo porta a Gesù; chi ha discernimento sa indirizzare una coppia cristiana per la giusta strada comune verso Gesù...
Avere discernimento significa anche sapersi mettere da parte, rinunciando a qualche compito, per far crescere gli altri. Ed invece capita spesso nelle nostre realtà che molti non hanno discernimento perchè non vogliono rinunciare a qualcosa della loro esistenza spirituale...e li vedi come quelle prime donne, ormai anziane ballerine,  ridicole che vanno solo facendo cadute sul palco...ma non mollano!
Ed invece, credetemi, quanto è bello donare qualcosa della propria vita spirituale al prossimo e vedere che tutta la Chiesa si arricchisce per questo donare!

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.