11/01/2018 7.44.18

Sinodo sui giovani nella diocesi

Indicato da egli stesso come uno degli obiettivi a breve termine fin dal suo insediamento di circa un anno fa, il vescovo di Lucera-Troia Giuseppe Giuliano ha annunciato ufficialmente nel giorno dell’Epifania un sinodo a livello diocesano, praticamente in sovrapposizione a quello dei vescovi che prenderà il via ad ottobre di quest’anno e sempre sullo stesso argomento: “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”.
Cercando di andare oltre il copia-e-incolla degli ultimi giorni, va anzitutto spiegato che il sinodo (che significa “camminare insieme”) diocesano è un’assemblea di laici e consacrati, appositamente designati, che discutono su un determinato argomento, aiutando il vescovo locale nella risoluzione dei problemi a esso connessi.
Si tratta di un evento di una certa rarità, e il primo appuntamento è stato già fissato per i prossimi 13-14-15 aprile, mentre gli altri saranno individuati successivamente, anche in funzione dello sviluppo dei lavori basati ovviamente sui documenti vaticani che saranno resi noti. Nel frattempo sono state indicate delle tracce in maniera generale e tutte da approfondire: “gli universi giovanili, le potenzialità e i malesseri dei giovani di oggi; le tappe della giovinezza (preadolescenza, adolescenza, gioventù, maturità giovanile), gli adulti e il dialogo intergenerazionale; i giovani, protagonisti di rinnovamento della/nella comunità ecclesiale; i giovani quali comunicatori della fede; i giovani, costruttori della società secondo il Vangelo e la testimonianza della vita; il grande tema della vocazione per una vita incarnata in un progetto”.
La commissione sinodale, presieduta dallo stesso vescovo, è incaricata di organizzare e supportare l’evento. La compongono Sara de Marco (coordinatrice), don Danilo Zoila (entrambi già impegnati nella pastorale giovanile), il diacono Ivan Clemente, suor Anna Maria Teresa Punzo delle Figlie di Sant’Anna, e i laici Alfonsina Casoli, Annita Pia Corposanto, Francesca Pia Di Benedetto, Cecilia Giuntoli, Angelo Iatesta, Antonio Lambresa, Alessandra Lattuchelli, Giulia Sicuro.
Per l’occasione dovrà essere costituito in ogni parrocchia un gruppo sinodale guidato dal parroco con alcuni giovani ed anche con qualche adulto impegnato nel mondo giovanile.

Il vescovo della diocesi di Lucera-Troia Giuseppe Giuliano che ha indetto il sinodo sui giovani a livello locale

“La sollecitudine per i giovani è e deve essere una delle priorità pastorali della Chiesa di Lucera-Troia – ha dichiarato il vescovo – e non solo i giovani che frequentano le nostre parrocchie, ma anche quelli che ‘guardano da lontano’ il mondo ecclesiale e che spesso, anche solo con lo sguardo, interpellano le Comunità cristiane. La nostra vuole essere una Chiesa che dà spazio e riconosce, che ascolta ed apprezza, che accompagna ed incoraggia, che educa e coinvolge, anche rischiando. La nostra Chiesa vuole innanzitutto accettare di non rifiutare: il termine cattolico non prevede, già nel suo lessico, ogni pur minimo tentativo di scarto e di rifiuto”.

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.