17/05/2018 7.29.46

Tre paesi si preparano al voto

Sono tre i piccoli comuni dei Monti dauni che si presenteranno al voto il prossimo 10 giugno, per rinnovare i rispettivi Consigli comunali a Pietramontecorvino e San Marco la Catola, o come nel caso di Faeto per riavere un’Amministrazione dopo un lungo periodo di commissariamento.
Clamoroso, infatti, quando accaduto esattamente un anno fa quando le consultazioni non si svolsero a causa della mancanza di candidati. Questa volta è accaduto il fatto opposto, perché sono addirittura nove gli aspiranti alla carica di sindaco, con altrettante liste presentate. Quelli maggiormente accreditati sono Michele Pavia e Achille D’Aloia, mentre le altre sette formazioni sono caratterizzate da una folta presenza di esponenti delle forze dell’ordine, soprattutto della polizia penitenziaria. Gli altri candidati sono Michele Folliero, Massimo Maiori, Giuseppe Ramieri, Damiana Magagnino, Costantino La Cecilia, Giuseppe Mastromatteo e Antonio Mastrogiovanni. C’è chi ritiene che questa circostanza sia stata favorita dalla possibilità di poter fruire di un mese di aspettativa retribuita che la legge concede per poter gestire la propria campagna elettorale.
A Pietra si ripropone Raimondo Giallella, facente capo all’area di centro-sinistra, e contro di lui gareggeranno un altro ex primo cittadino come Saverio Lamarucciola del centro-destra, Alfonso Piccirillo del centro e Maria Carchia, a capo di una lista espressione del Movimento 5 stelle, con candidati anche esterni al paese. 
A San Marco, Paolo De Martinis cerca il bis, e contro di lui ci saranno Luigi Giuseppe D’Antino e Donato Masiello.

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.