27/06/2018 08:28:17

Ugo, l'allocco del cimitero, sta bene

C’è chi lo aveva dato per spacciato già mentre si aggirava spaurito tra le lapidi del cimitero di Lucera. “I gatti ne faranno un bel banchetto”, avevano detto senza nemmeno prendere in considerazione l’idea di salvarlo.
E invece Ugo, così è stato chiamato l’allocco ormai diventato famoso suo malgrado, sta bene. Come si osserva nel video pubblicato in fondo alla pagina, è ospitato temporaneamente in una gabbia in cui gli viene somministrato il cibo. 
Di lui si prende cura Vincenzo Trivisonne, ex comandante delle Guardie ecologiche di Lucera che oggi ricopre una carica nazionale all’interno del Corpo. 
Quando sarà il momento, cioè tra alcune settimane, sarà lasciato libero, ma per il momento è Trivisonne ad occuparsi di lui, dato che l’allocco è troppo piccolo per volare e provvedere a se stesso.

Vincenzo Trivisonne il giorno che ha salvato Ugo

Sebbene l’ex comandante si occupi da sempre di animali di ogni specie in difficoltà e li curi personalmente, lo fa a titolo di volontariato. E Ugo di carne cruda ne mangia. E pure tanta.
Purtroppo, non tutti hanno la stessa sensibilità di Trivisonne, anzi. Proprio la storia di questo uccello caduto dal nido dimostra che, se da una parte le istituzioni spingono verso le segnalazioni, e ricordiamo che Ugo fu avvistato e subito segnalato da una cittadina, Concetta Tetta, dall’altra poi non sempre gli uffici preposti si attivano per prendersi in carico l’assistenza di creature che, indifese o ferite, se vengono soccorse prontamente non avrebbero molte chance di sopravvivenza. 
Nell'avventura di questo allocco fortunato, tuttavia, un ruolo importante lo ha avuto un funzionario comunale, Michele Cuttano, che di persona è andato a sincerarsi della situazione fino all’arrivo di Trivisonne. 

Enza Gagliardi

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Video allegati:



Condividi con:

0,0469s.