26/09/2018 17:29:29

Annuncio choc: Tutolo lascia a gennaio!

Se qualcuno pensava di aver visto già tutto nella politica lucerina, dovrà ricredersi fortemente nel momento in cui un sindaco annuncia le sue dimissioni, nello stesso tempo virtuali, post datate e a mezzo social.
Un concentrato di circostanze mai registrato prima e riguardanti Antonio Tutolo che pochi minuti fa su Facebook ha comunicato quanto in realtà rimuginava da giorni, dichiarando che resterà in sella fino a gennaio per poi affidare gli ultimi mesi di consiliatura al vice sindaco Fabrizio Abate.
Come una sorta di contrappasso mediatico, a dare il colpo di grazia alle sue convinzioni è un fenomeno che è tutt’altro che casualmente esploso negli ultimi giorni, con haters scatenati e numerosi troll spuntati apparantemente dal nulla e capaci di accusarlo (e diffamarlo) di responsabilità dirette su salute e patologie dei cittadini. Si tratta di profili che risultano molto spesso nati (creati) nel 2014, anno del suo insediamento a Palazzo Mozzagrugno, e rimasti quasi sempre silenti fino a questi giorni.
“Sono certo che se coinvolgere i cittadini in una scelta – ha scritto Tutolo sulla sua bacheca - significa dover subire minacce, ingiurie, maledizioni, etc., io non ci sto. Questa città ha bisogno di serenità e io non sono la persona adatta per darla. Anzi fino a che ci sarò io a guidarla ogni cosa, dalla più piccola alla più grande, sarà motivo di guerra e questa città ha bisogno di pace. Perciò vi dico che: una mia candidatura alle prossime elezioni è esclusa ufficialmente. Il mio compito è terminato. Prego tutti di rispettare questa mia scelta e di non chiedermi di rivederla perché non ci sono margini di ripensamento. Ho voglia di riprendermi la mia vita e stare vicino ai miei affetti che ho colpevolmente trascurato. Domattina sarà inviato in Provincia un parere negativo a questo insediamento perché è inutile chiedere ai cittadini in un clima di terrore e di paura. Il sottoscritto resta in carica fino a gennaio perché voglio completare l'organizzazione di questo Natale dopodiché lascerò al vice sindaco l'amministrazione per evitare un lungo periodo di commissariamento. Buona campagna elettorale a tutti”.
Il riferimento chiarissimo è ovviamente alla questione Maia Rigenera che sta suscitando un turbinio di critiche, contrapposizioni e discussioni, spesso animate e fomentate da incertezze nelle posizioni, malafede ormai manifesta e interessi in gioco come sempre molto alti quando si tratta di gestione di rifiuti.
Della decisione non erano stati prima messi al corrente nemmeno i membri della maggioranza, tra consiglieri e assessori, ma l’annuncio promette di finire inevitabilmente nel dibattito della seduta del Consiglio comunale di domani pomeriggio, mentre già su Facebook è iniziata subito la sequela di inviti a “desistere e a non darla vinta a chi perseguiva da tempo questo risultato”.

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.