18/10/2018 07:57:58

La puzza di Lucera è arrivata fino a Bruxelles

La puzza di Lucera è arrivata fino a Bruxelles.
Nella giornata di ieri anche l’europarlamentare forzista Barbara Matera, attraverso una nota, ha resa ben chiara la propria posizione in merito a una vicenda che sta lacerando la città ormai da diverse settimane, cioè Maia Rigenera e la sua proposta di costruire uno stabilimento di produzione di biometano.
“Non siamo il partito del no, ma il partito della chiarezza e delle garanzie. Pertanto, in assenza della più assoluta trasparenza, delle debite e puntuali garanzie delle autorità competenti che certifichino in maniera inequivocabile la salubrità di un futuro impianto anaerobico a Lucera, non vogliamo neppure sentir parlare di conversione, di un futuro che allo stato, è ancora incerto”, si legge nel documento che specifica come l’onorevole si sia pronunciata a seguito di alcuni incontri tenuti in rappresentanza della sezione del partito di Lucera da Michele Consalvo e Fabio Valerio con diverse autorità competenti alla Provincia di Foggia, ente deputato alla valutazione e all’eventuale rilascio dell’autorizzazione ambientale.
“Anzi – aggiunge la Matera – c’è ancora da affrontare e risolvere la questione dell’inquinamento olfattivo che interessa Lucera, come Troia, come la stessa Foggia. C’è dunque il tema più ampio che riguarda il futuro impianto, ma resta intero quello relativo ad emissioni odorifere insopportabili che mi pare opportuno eliminare in tempi assolutamente rapidi”.
La dichiarazione finale è una vera novità rispetto a quanto finora espresso dall’intero panorama politico locale, fatta eccezione per l'attuale maggioranza al Comune. Ed è quantomeno singolare che l’europarlamentare lucerina, che sta di base in Belgio, sia riuscita ad andare oltre la controversia del sì o del no alla conversione dell’attuale impianto di compostaggio da aerobico ad anaerobico e abbia posto sul banco il vero problema: risolvere la questione puzza una volta per tutte e in tempi brevi.

È mai possibile che le sgradevoli emissioni abbiano colpito soltanto la Matera e non il resto dei politici cittadini? Perché la Matera è pur sempre esponente di Forza Italia che in città finora, come altri partiti e movimenti, ha sostanzialmente glissato sul cuore del problema.
Una situazione a dir poco paradossale che mette in luce, a questo punto, la inattività su un argomento che investe letteralmente tutta la popolazione di Lucera e ne travalica i confini. E che dalla primavera si ripresenterà senza interruzione. 
Per l’occasione quali strategie saranno proposte e messe in campo, oltre ai santini elettorali?

e.g.
 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.