29/11/2018 16:22:29

Idioti in azione con scritte sulla cattedrale

Le scritte risalgono a una ventina di giorni fa, ma quella che resta attuale è l’idiozia di chi continua a ritenere le mura dei monumenti come un qualsiasi pannello su cui esprimersi o peggio ancora semplicemente imbrattare. 
Dopo la lunga casistica registrata negli anni alla fortezza svevo-angioina, l’ultimo episodio riguarda la Cattedrale, per la verità nemmeno nuova a casi del genere, visto che per i danni occorsi nel 2014 fu necessaria una mobilitazione di enti, volontari e soprattutto risorse.
Da inizio novembre, infatti, in Via d’Angicourt fanno brutta mostra di sé alcuni disegni e scritte (peraltro diffamatorie) fatti con bombolette spray e pennarelli. 
Su questa singola vicenda sarebbe interessante capire e conoscere se e cosa ha ripreso una delle telecamere poste sul perimetro della chiesa, perché è puntata proprio sull’angolo maggiormente deturpato. 
Al di là degli aspetti tecnici e dei risvolti penali che ne potrebbero scaturire, è indiscutibile che questi gesti altro non fanno che evidenziare il clima di degrado e disinteresse che la città sta vivendo da decenni. D’altro canto resta l’interrogativo su queste persone: se trattano così la propria storia e il proprio patrimonio comune, come potranno mai trattare una persona a loro vicina?

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.