16/01/2019 07:59:42

Personal trainer, questo sconosciuto

Uno dei compiti più importanti che un personal trainer è chiamato a svolgere consiste nel mettere a disposizione della clientela quella che si può definire come alfabetizzazione motoria. L'allenatore è tenuto a esaminare e a verificare lo stato di forma fisica dei vari soggetti per i quali dovrà predisporre un piano di esercizi che consentiranno di conseguire gli obiettivi stabiliti.
Perché ci si rivolge a un personal trainer?
Sono numerose le motivazioni che possono indurre le persone a contattare un personal trainer, poiché diversi sono i traguardi che si possono raggiungere tramite l'esercizio fisico. Uno dei desideri più comuni, per esempio, è rappresentato dalla perdita di peso, ma spesso si ha semplicemente la necessità di raggiungere - più in generale - un benessere completo sul piano fisico e psicologico. In altri casi, si può avvertire la necessità di un allenatore perché si ha intenzione di incrementare la propria massa muscolare, e talvolta il traguardo che ci si prefigge è quello di un miglioramento delle prestazioni in una specifica disciplina sportiva. Venendo seguiti da un personal trainer, inoltre, si ha la certezza di rimanere in salute specialmente nel caso in cui si soffra di patologie rischiose come l'obesità, l'ipertensione o il diabete.
Che cosa fa un personal trainer?
Le varie mansioni potrebbero essere riassunte nella stesura di un piano di allenamento stilato ad hoc, e cioè personalizzato in funzione degli obiettivi a cui si tende. Chi ha seguito un corso personal trainer sa quali sono gli step che devono essere seguiti per garantire un'assistenza costante e prolungata nel tempo, anche nel momento in cui i vari esercizi vengono eseguiti: è essenziale, infatti, che essi siano effettuati in maniera più appropriata, non solo per assicurare la massima efficacia, ma anche per evitare conseguenze negative, come per esempio un infortunio o qualsiasi altro inconveniente a livello di salute. A cadenze regolari, inoltre, il personal trainer è tenuto ad accertare che il percorso seguito proceda per il meglio, in modo tale che lo stesso possa essere modificato o comunque adattato in caso di necessità.
Allenamenti per tutti
La versatilità è il tratto peculiare di un piano di allenamento studiato da un personal trainer, che identifica la soluzione migliore in base alla preparazione del cliente, alla sua età, al suo sesso e al tempo che ha a disposizione. Gli esercizi devono essere - per quanto possibile - divertenti e accessibili: in questo modo si può ricavare il massimo da ciascuna seduta. Ogni persona, anche la più sedentaria, è chiamata a confrontarsi con se stessa per far sì che un corpo praticamente inattivo da anni torni a dare il meglio di sé. Un corpo in movimento è più sano e più bello: ecco perché bisogna mettere da parte l'idea che oggi i centri fitness siano frequentati solo da body builder e cultori dei muscoli. Tutt'altro: le palestre sono il regno di chi segue uno stile di vita sedentario, ma anche di coloro che per ragioni di salute hanno bisogno di muoversi, sapendo che l'esercizio fisico è un eccellente farmaco naturale.
Come scegliere un personal trainer
Un primo accorgimento che si può mettere in pratica per capire le qualità di un personal trainer consiste nel notare il suo modo di interagire con i clienti: il coinvolgimento nel workout è un aspetto positivo che merita di essere tenuto in considerazione. L'allenamento, poi, non dovrebbe essere pesante ma divertente: non un'incombenza da temere con ansia e noia, ma un appuntamento da attendere con gioia e trepidazione.  

f.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.