30/01/2019 08:00:57

I benefici del massaggiatore sportivo

Le tecniche che vengono utilizzate dai massaggiatori sportivi cambiano in funzione degli scopi per cui vengono adottate: le manipolazioni variano, infatti, in base al recupero, alla gara o all'allenamento. Il corpo, quando è sotto sforzo o comunque in tensione, deve essere trattato in modo tale che possa garantire le migliori prestazioni possibili. Quel che è certo è che in ciascuna fase di training può essere utile un massaggio sportivo, le cui tecniche - non a caso - vengono applicate da diversi secoli. In questo modo, il corpo può essere preparato alle competizioni su standard di eccellenza, ma non solo: il massaggio sportivo, infatti, può servire anche per indurre uno stato di rilassamento o per favorire la cura del fisico in seguito a esercizi o impegni molto intensi.
Dal passato al presente
Al massaggio non viene attribuito unicamente un valore terapeutico, dal momento che esso ha anche una rilevanza dal punto di vista filosofico, se non addirittura in prospettiva mistica, in ogni angolo del mondo: grazie ad esso gli sportivi hanno l'opportunità di contare su una base molto solida a livello fisico e psicologico, per prepararsi all'agone, alla corsa, ai combattimenti, agli incontri, e così via. La tradizione sportiva moderna, d'altro canto, assegna al massaggiatore sportivo il compito di ripristinare lo stato di salute muscolare, per esempio risanando eventuali affaticamenti. Le diverse manipolazioni vengono applicate per favorire un migliore drenaggio dei liquidi, ma anche per modellare il corpo o per rilassarlo, a seconda dei casi. Al tempo stesso, con questo tipo di massaggio si possono tenere sotto controllo le condizioni dei muscoli dell'atleta, di cui vengono incrementate gradualmente le capacità di raggiungere performance sportive di eccellenza.
Come si impara il massaggio sportivo
Un corso di massaggio sportivo è indispensabile ai fini dell'apprendimento delle molteplici manipolazioni meccaniche che lo caratterizzano, in previsione delle gare e degli allenamenti. Come è facile intuire, le tecniche sviluppate per il pre-gara sono diverse da quelle previste per il post-gara. In seguito a un impegno fisico importante, per esempio, uno degli scopi più importanti che devono essere raggiunti è lo scioglimento delle tensioni muscolari. Alla base dei massaggi sportivi ci sono, in particolare, cinque tecniche diverse: si tratta dello sfioramento, del frizionamento, della vibrazione, dello stretching e dell'impastamento. Ognuna di esse contribuisce a favorire la scomparsa dei limiti muscolari, mentre nel post-gara consente di eliminare i blocchi che si sono generati in seguito alla competizione.
Quali sono gli effetti benefici?
Uno dei principali vantaggi correlati all'esecuzione di un massaggio sportivo è rappresentato da una maggiore vascolarizzazione: con l'attività di manipolazione, infatti, si verifica una dilatazione dei vasi sanguigni, che in fase di circolazione diventano più capienti. Ciò permette di ossigenare in modo più consistente le cellule e i tessuti, ma un'altra conseguenza positiva è lo smaltimento dei cataboliti, che possono essere considerati come tossine che devono essere eliminate. Non è tutto: un altro degli effetti dei massaggi sportivi consiste nell'aumento della reattività in fase di sforzo del muscolo. In sostanza, l'attività delle fibre muscolari viene stimolata con la manipolazione meccanica, che proprio per questo motivo è consigliabile tanto nel pre quanto nel post-gara, specialmente in seguito a carichi fisici molto elevati.
I massaggi fanno passare i dolori?
In specifiche circostanze, i metodi a cui si ricorre per l'esecuzione di massaggi sportivi contribuiscono a ridurre i dolori, a maggior ragione nel caso in cui si tratti di sofferenze che seguono uno sforzo. In questo senso il massaggio può avere una finalità terapeutica, anche perché permette di ripristinare in modo immediato la reattività muscolare. Questa stimolazione, per di più, influenza anche la salute della pelle, nel senso che favorisce la rimozione delle cellule morte, mentre la traspirazione viene incrementata.

f.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.