12/03/2019 12:20:16

La violenza sulle donne discussa a scuola

Si intitola “Legalità e Costituzione” il progetto promosso dagli istituti professionali di Lucera per i servizi alberghieri e di industria e artigianato, con una recente iniziativa che ha riguardato la tematica della violenza sulle donne.
In occasione della festa dell’8 marzo, due sono stati gli incontri riservati agli alunni delle scuole annesse al Convitto Bonghi, con il coordinamento dei docenti Angela Moccia, Gianluca Corvelli e Maria Rosaria D’Emilio.
Ospite principale è stata la psicologa Ester Di Gioia, responsabile del Centro Anti Violenza di Lucera che ha sensibilizzato i ragazzi su un argomento di grandissima attualità, otre che di estrema gravità per i recenti fatti di cronaca riferiti dai media. 
Non è mancata la proiezione del film “L’amore rubato”, che intreccia le storie (tratte dalla realtà) di alcune donne diverse tra loro, per età ed estrazione sociale, ma accomunate dall'esperienza di un amore violento. Alcune scene sono state commentate con l’esperta, evidenziando per esempio i tentativi di alcuni “maschi” di svalutare la figura femminile per ottenere potere su di essa. 
Si è discusso del concetto di “violenza assistita”, con l’esposizione frequente dei figli a diverse forme di violenza in famiglia, situazione che può seriamente comprometterne il benessere, lo sviluppo personale e l’interazione sociale, nell’infanzia e nell’età adulta.


Questo contesto favorisce il messaggio distorto della “normalità” del ricorso alla violenza, e quindi di situazione “accettabile” immersa nel silenzio e nel mutismo di una questione caratterizzata ancora da molti tabù. 
“Bisogna seminare la cultura della parità di genere – hanno commentato i promotori – cominciando ad abbattere gli stereotipi improponibili di ‘uomo forte’ e ‘donna debole’”. 

f.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.