14/03/2019 11:35:31

‘Detective per caso’, film con anima lucerina

Ha un’anima anche lucerina, quindi invisibile ma decisiva, il film probabilmente più “mediatico” di questo mese di marzo, perché uscirà nelle sale di tutta Italia i prossimi lunedì 18 e martedì 19, anche alla Città del Cinema di Foggia.
“Detective per caso” è una pellicola straordinaria, perché animata da attori protagonisti disabili, i quali una volta tanto non sono incaricati di evidenziare la loro condizione quotidiana, bensì di interpretare una storia divertente, supportata dalla presenza di un cast in cui figurano, tra gli altri, anche Claudia Gerini, Valerio Mastrandrea, Lillo, Paola Cortellesi, Stella Egitto, Stefano Fresi, Massimiliano Bruno, Paola Tiziana Cruciani, tutti impegnati in piccole parti ma coinvolti in prima persona nella promozione del film e soprattutto del messaggio che vuole lanciare.
Il film è stato proiettato in anteprima alla Festa del Cinema di Roma a ottobre scorso, e in questi giorni è presente in tutti i programmi televisivi di maggior audience, “perchè è un progetto unico, girato in sole quattro settimane e con un low budget", ha raccontato a Luceraweb uno dei produttori Sergio Catapano, uno che da Lucera è andato via con il corpo ma che è rimasto sempre in città con l’anima, anche grazie a parenti e amici con i quali è sempre in contatto.
“La causa è di quelle importanti – ha aggiunto il socio della Addictive Ideas - e sostenuta dalla onlus ‘L’arte nel Cuore’ che ha messo a disposizione gli attori protagonisti mediante la sua ‘Accademia’, dimostrando che si può fare cinema di qualità con chiunque sia dotato di talento, a prescindere dalla propria condizione fisica o mentale, mettendoli sullo stesso piano di attori normodotati. E il risultato sarà presto sotto gli occhi di tutti”.
Una sorta di operazione sociale, quindi, rivolta soprattutto allo spettatore, invitato ad abbattere le barriere architettoniche della mente, riflettendo e ripensando la visione che si ha del mondo della disabilità e di chi ne è colpito in prima persona. 
Il film è diretto da Giorgio Romano, partito da un’idea di Daniela Alleruzzo che presiede l’Associazione romana, e racconta le vicende di Giulia e Pietro (Emanuela Annini e Alessandro Tiberi), due giovani cugini inseriti in una comitiva di gente sveglia e vivace. Un giorno Pietro scompare, e il sospetto dell’amica è che si sia cacciato in qualche guaio, cosa che avviene effettivamente. A quel punto Giulia mette insieme una squadra di investigatori improvvisati ma motivati a risolvere il mistero, anche perché potrà così coronare il suo sogno di diventare una detective come quelle che ha  sempre ammirato in televisione. 

Riccardo Zingaro

Sergio Catapano

Sergio Catapano ha vissuto a Lucera fino ai 18 anni. Dopo essersi diplomato al liceo scientifico, si è trasferito a Parma dove si è laureato in Trade marketing e Strategie commerciali, e nel frattempo era stato già chiamato a Milano per uno stage nella nuova casa di produzione televisiva di Luna Berlusconi dove è rimasto tre anni, percorrendo tutta la trafila professionale, fino ad arrivare a essere un producer. Dopo una lunga serie di programmi tv, nel 2014 è sbarcato a Mediaset per Emigratis, il programma che gli ha cambiato la vita in tutti i sensi, ma poi sono arrivati pure Masterchef e Scherzi a Parte, curando gli scherzi ad Andrea Iannone e Malena. Un anno fa assieme a tre amici ha fondato una propria casa di produzione cinematografica, la ADDICTIVEIDEAS. Sono due producer e due registi che hanno unito le forze per raggiungere un obiettivo comune: fare progetti innovativi e originali per il grande e piccolo schermo.
“Io penso che con la tenacia e la voglia di fare si possa arrivare ovunque – ha riferito a Luceraweb - l'importante essere sempre leali con tutti e credere sempre in quello che si fa”.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Video allegati:



Condividi con:

0,0156s.