14/04/2019 21:31:45

Sui rifiuti situazione fuori controllo

La seduta di Consiglio comunale di giovedì scorso ha confermato quanto era ampiamente prevedibile, anche per opportunità elettorali, e cioè il mantenimento delle stesse aliquote e tariffe relative alla gestione del servizio rifiuti a Lucera. La circostanza ha provocato pure il compiacimento da parte del sindaco Antonio Tutolo che ha ricordato come i costi di conferimento in discarica (dell'immondizia indifferenziata) siano aumentati da 81 a 137 euro a tonnellata nel giro di cinque anni.
"E nonostante questa pressione economica siamo riusciti a non apportare aumenti - ha commentato - altrimenti i costi sarebbero diminuiti e di conseguenza ci sarebbero stati risparmi per i cittadini".
Quello che Tutolo non ha detto, invece, è che la percentuale della raccolta differenziata è in lieve ma costante caduta (43% su base annua), segno evidente di un impegno della popolazione sempre meno efficiente nel praticare procedure su cui mancano dei veri e propri incentivi, senza contare che è in evidente aumento il numero di quelli che hanno smesso di farla. Le prove sono visibili da tutti: aumenti dei quantitativi da conferire in discarica, oltre a quelli lasciati per le strade cittadine e nelle zone rurali, con cumuli di spazzatura ammassata agli incroci, sui marciapiedi, nelle campagne, ai margini delle provinciali e delle statali.
Insomma, il fenomeno ha ormai preso connotazioni dilaganti, senza che si intravedano correttivi o una strategia di contrasto da parte dell'Amministrazione comunale, dopo un primo periodo di controlli e sanzioni. Ad aggravare il quadro, poi, ci si mettono gli addetti alla raccolta su cui piovono lamentele o segnalazioni dei cittadini, come quelle dei mezzi che girano per la città “seminando” spazzatura dai cassoni carichi ma scoperti oppure ritiri domiciliari non sempre rispettati.
Insomma, la situazione è quasi fuori controllo, tanto che ci sono residenti che provano a ricorrere a metodi artigianali per dissuadere questa odiosa pratica. Ne sanno qualcosa nei pressi di Via D’Auria, angolo Via Bucci, dove è comparso un nuovo cartello addirittura in due lingue, con l’obiettivo di scoraggiare quelli che abitano nelle immediate vicinanze e continuano ad abbandonare la propria spazzatura nei sacchetti per strada, con conseguenze concrete (e negative) in materia di igiene pubblica.

Scene quotidiane in Via D'Auria


A parziale consolazione, c’è la recente decisione della Regione Puglia di finanziare la realizzazione di un nuovo e più moderno e funzionale centro di raccolta rifiuti, che il Comune ha già previsto nell’area adiacente a quello attuale, sempre in area ex mattatoio con una spesa di 380 mila euro.

Riccardo Zingaro
 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.