19/04/2019 08:15:43

Alopecia da stress, che stress

Una crisi coniugale, impegni di lavoro sempre più proibitivi, la scoperta di una malattia: sono tante le cause che possono innescare la cosiddetta alopecia da stress, che determina una perdita dei capelli molto rapida che interessa in modo particolare le aree centrali della testa. Questo tipo di disturbo è originato da motivazioni psicosomatiche, come le tensioni che si accumulano di giorno in giorno per le ragioni più diverse. Si parla, non a caso, di alopecia psicogena, una situazione che presuppone anche l'intervento di uno specialista del settore. Essa non va confusa con l'alopecia areata o con l'alopecia androgenetica, che è tipica degli uomini: in ogni caso è consigliabile contattare il proprio medico di base sia per avere una conferma della diagnosi, sia per sapere a quale dermatologo rivolgersi.
In che cosa consiste l'alopecia da stress
Quando si parla di alopecia da stress si indica una situazione di perdita di capelli che si manifesta in tempi piuttosto veloci e che, come si è detto, quasi sempre risulta più evidente in corrispondenza della parte centrale della testa. In genere può essere individuata con certezza perché non riguarda l'attaccatura frontale della chioma, che invece viene coinvolta in presenza dell'alopecia androgenetica; l'alopecia psicogena può essere distinta facilmente anche da quella areata perché non si caratterizza per la presenza di chiazze evidenti. Di norma essa si concentra soprattutto sul cuoio capelluto, a differenza delle altre varianti che non di rado interessano pure i peli del corpo. 
Come riconoscere l'alopecia da stress
Tocca sempre e comunque al medico di base, e poi eventualmente a uno specialista, riconoscere l'alopecia da stress una volta che sono state escluse altre possibili cause della caduta dei capelli. A tale scopo non ci si limita a un esame obiettivo del capello e del cuoio capelluto, ma si procede anche alla valutazione dello stato psicologico del soggetto, in modo tale che sia possibile riscontrare eventuali disturbi che derivano da una situazione di depressione, dall'ansia o da altre tensioni. La produzione eccessiva di sebo e il prurito della pelle sono due dei sintomi che possono essere identificati con più facilità dal soggetto, che in molti casi sperimenta anche un aumento della forfora e una infiammazione del cuoio capelluto che può dare origine ad arrossamenti e dolori.
Perché i capelli cadono per lo stress?
Allo stato attuale la ricerca scientifica non è stata ancora in grado di individuare il meccanismo che è alla base della perdita dei capelli in occasione di circostanze stressanti: tra l'altro, il livello di intensità del fenomeno non è sempre lo stesso, ma cambia da un paziente a un altro, anche se gli studiosi sono abbastanza concordi nel mettere in evidenza un ruolo importante svolto dagli ormoni - e in particolare l'adrenalina e il cortisolo - che in genere sono prodotti in situazioni di disagio e di difficoltà. Per quel che riguarda la guarigione, la buona notizia è che questo tipo di alopecia non è irreversibile né definitiva, e infatti i capelli di solito riprendono a crescere come prima nel momento in cui i fattori di stress vengono meno o comunque si riducono.
Come si cura l'alopecia da stress
Appare evidente, dunque, che il primo passo da compiere nel percorso della cura dell'alopecia da stress consiste proprio nella rimozione di ciò che causa lo stress stesso. L'adozione di uno stile di vita il più possibile salutare ed equilibrato, improntato alla calma e alla serenità, costituisce la soluzione a cui ricorrere per avere buone probabilità di vedere la propria chioma ricrescere. Con l'alopecia psicogena in genere i follicoli non vengono danneggiati né si cicatrizzano, a differenza di quello che accade con le altre tipologie di alopecia. 

f.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.