14/05/2019 07:22:28

‘Ai Cappuccini scuola e quartiere di serie B?’

Spettabile Luceraweb, sono un residente del quartiere Cappuccini. 
Finalmente è stata riaperta la nostra scuola. Ci mancava da tantissimo tempo e tutti noi ne siamo affezionati perché ci sono andati i nostri figli quando c'era quella vecchia.
Non sono stato presente all'inaugurazione ma ho saputo che non è stata finita. Tramite il vostro sito chiedo al sindaco di provvedere al più presto. Non si è mai vista un'opera pubblica aperta a metà. Ho letto che il preside vuole fare arrivare altri bambini e noi siamo contenti ma c'è bisogno dell'ultimo piano e non penso che ci vogliono troppi soldi.
Mi ha detto una mamma che i banchi e le sedie sono vecchie. E anche per queste cose non penso che costano tanto.
Mi hanno detto che quando hanno riaperto la Manzoni era tutto nuovo e invece la scuola non era nuova. Da noi invece sta succedendo il contrario.
Mi viene il dubbio che da sempre gira a Lucera. Ma il nostro quartiere è sempre di serie B?
Francesco Antonio Russo

Abbiamo posto la stessa questione ai diretti interessati, cioè sindaco e dirigente scolastico, quindi condividiamo le sue stesse perplessità. Tutolo pare si stia impegnando molto per la palestra ma sarebbe paradossale averla senza la scuola terminata e altrettanto paradossale non finire un lavoro per un'amministrazione che si vanta di aver ricevuto tanti finanziamenti. 
Anche sulla Manzoni confermiamo quanto da lei scritto, compresa l'inaugurazione in forma di evento. 
A noi invece sorge il dubbio che sia più che altro questione di volontà politica, a prescindere da quale sarà la prossima guida a Palazzo Mozzagrugno.

La mobilia sgangherata alla scuola dei Cappuccini. E' quella trasportata dal plesso Rodari e utilizzata da chissà quanti anni

Nel frattempo, soprattutto per la mobilia, saremmo stati felici di riscontrare un certo attivismo anche da parte dell'assessore alla Pubblica istruzione. Ne sarebbe bastato anche la metà di quello che mette per gli spettacoli e la cosiddetta cultura, il cui capitolo di bilancio nel 2018 ha fatto battere tutti i record di capienza e quello del 2019 non è affatto povero. 
Peccato per la sua assenza alla veloce inaugurazione dell'edificio, (e di tutti gli altri esponenti della maggioranza, insegnanti compresi) sorto al posto della scuola che lei stessa ha frequentato. Era l'occasione per rendersi conto della situazione, ascoltando le richieste e le segnalazioni delle famiglie che erano riunite quasi tutte insieme, e nello stesso momento. (r.z.)

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.