02/09/2020 10:34:17

Coltivava canapa indiana, arrestato

Sul tema della diversificazione delle colture c’è chi ha preso sul serio l’indicazione agronomica e ha pensato bene di allestire una piantagione di canapa indiana. Succede a Lucera, ma il fenomeno sta interessando un po’ tutta la provincia, dove i finanzieri di San Severo hanno scoperto un fondo dove era presenti 210 arbusti pronti per essere raccolti, essiccati e tritati. I baschi verdi sono andati a fondo nella questione, e dopo aver sequestrato le piante, sono passati alla perquisizione dell’area interessata e di un casale situato nelle vicinanze, scoprendo e arrestando un uomo (del quale non è stata fonita nessun’altra informazione) ritenuto il gestore della coltivazione, trovato in possesso di 256 semi di canapa indiana, oltre a un fucile a canna unica con matricola abrasa e 46 cartucce calibro 16. 

In una seconda operazione a Serracapriola, i finanzieri della Tenenza di Torre Fantine hanno sequestrato, a carico di ignoti, un terreno su cui sono state scoperte due piccole piantagioni di 170 fusti di cannabis indica, ben occultate tra la vegetazione che caratterizza quel territorio e munite di un efficiente sistema di irrigazione, pronte per essere raccolte ed essiccate. 
Secondo una prima stima, le piante di canapa indiana sequestrate ed estirpate dai finanzieri, una volta essiccate e triturate nelle parti utili al confezionamento di stupefacente, avrebbero consentito di ottenere circa 26 mila dosi di marijuana che sulle piazze dello spaccio avrebbero garantito alle organizzazioni criminali guadagni per oltre 250 mila euro. 

Red. 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.