10/09/2020 11:37:34

Tante rinunce per i seggi elettorali

Potrebbero essere i timori legati al Covid, con il rischio di stare quattro giorni in un ambiente chiuso dove affluiscono centinaia di persone, la causa principale di un fenomeno mai verificato prima con così grande diffusione: sono circa una trentina le rinunce già dichiarate da parte di scrutatori sorteggiati la scorsa settimana al Comune, così come almeno una dozzina quelle dei presidenti di seggio.
Un quarto del totale dei primi e un terzo dei secondi sono una percentuale mai registrata in precedenza, tanto che sono già in corso le procedure di sostituzione che potrebbero proseguire fino a poco prima della costituzione dei 33 seggi cittadini, vale a dire le 16 di sabato 19 settembre.

Quanto alle ubicazioni materiali delle sedi di voto, a Palazzo Mozzagrugno pare siano in corso dei rilievi e sopralluoghi per meglio verificare alcune collocazioni che potrebbero non permettere il rispetto del protocollo sanitario imposto dai ministeri della Salute e dell’Interno. E non è escluso che alcune possano anche cambiare anche nei prossimi giorni, individuando nuove sistemazioni più ampie e adeguate. 
Nel documento si parla infatti di percorsi dedicati, accessi contingentati e separati, pulizia approfondita anche di tutti gli ambienti circostanti (bagni, androni, corridoi, etc.) al termine di ogni giornata, oltre a interventi periodici sui locali e disinfezioni di oggetti e superfici, mediante l’utilizzo di prodotti specifici, compresi i gel igienizzanti per gli elettori.

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.