07/12/2020 08:50:15

Lo svapo, il perfetto alleato per smettere di fumare

Per chi ha in programma di smettere di fumare, il migliore degli alleati su cui si possa contare è lo svapo. Si tratta di un universo che vale la pena di scoprire, grazie al ricco assortimento di dispositivi, liquidi, aromi e gusti a disposizione. Ci si può perfino divertire a sperimentare e a mettere alla prova tanti prodotti diversi, avendo la sola accortezza di badare alla manutenzione del dispositivo e di tenerlo pulito. Non bisogna però pensare che da un giorno all’altro si riuscirà a smettere di fumare. Il percorso sarà graduale, e ci vorrà qualche mese per sbarazzarsi in maniera definitiva della voglia di sigarette.

Come dire addio al fumo
Il fumo viene spesso considerato come un vizio, ma in realtà questa definizione può distrarre o far pensare a un concetto sbagliato: sarebbe più appropriato considerare il fumo una vera e propria dipendenza. E se tutti ormai sono consapevoli del fatto che usando le sigarette classiche si danneggia la propria salute e si mette in pericolo il proprio organismo, perché non si sfrutta l’aiuto offerto da un prodotto che permetta di lasciare le sigarette in maniera definitiva? Ecco, quindi, le e-cig, che tra l’altro hanno il vantaggio della scelta: nel senso che ognuno è libero di trovare il liquido che preferisce a seconda dei gusti personali.

Il livello di nicotina
Allo stesso modo è possibile optare per il dosaggio di nicotina che si ritiene più adatto alle proprie abitudini e più in linea con la propria esperienza. È utile sapere che se viene assunta attraverso la sigaretta elettronica la nicotina ha bisogno di più tempo per arrivare ai recettori rispetto a quello che avviene quando la si assume attraverso il tabacco combusto. Infatti, quello che si trova nelle sigarette classiche è un tabacco che è stato trattato con additivi il cui effetto è proprio quello di rendere l’assorbimento della nicotina più rapido.

Come si inizia
Dopo che la sigaretta elettronica è stata caricata, non c’è altro da fare che impostarla come si ritiene più opportuno e poi procedere con il tiro iniziale. È già dal primo tiro che si ha la possibilità di verificare se la scelta che è stata compiuta sia corretta o meno. È importante riuscire a percepire il colpo in gola della nicotina, e al tempo stesso è essenziale che il gusto del liquido sia gratificante. Un altro aspetto che non deve essere sottovalutato, poi, è quello relativo alla durezza del tiro. In media, una sessione di svapo dovrebbe comprendere tra i 15 e i 20 tiri, come avviene per una sigaretta classica.

Volari.it, l’e-commerce per comprare le sigarette elettroniche
Che si abbia bisogno di comprare una sigaretta elettronica, che si sia in cerca di un aroma o che si voglia acquistare una resistenza, lo
store online di Volari è in ogni caso il negozio a cui fare riferimento per trovare ciò che si desidera. In pochi clic si può completare l’ordine, che peraltro verrà consegnato gratis nel caso in cui l’ammontare della spesa complessiva superi i 50 euro. Il catalogo, inoltre, propone tutti i marchi migliori del settore.

La differenza tra una sigaretta elettronica e una tradizionale
Quando si fuma una sigaretta normale, già dopo i primi due tiri si avverte il relax. Ciò, invece, non accade con un dispositivo per svapare. In questo caso, infatti, è necessario dedicarsi alla propria sessione di tiri per poi aspettare circa dieci minuti: a quel punto ci si sentirà appagati come se fosse stata fumata una sigaretta classica. E se tale sensazione non si dovesse presentare? Non c’è niente di cui preoccuparsi: semplicemente, vorrebbe dire che la gradazione di nicotina che è stata scelta non era quella giusta e c’è bisogno di un liquido con una concentrazione più elevata.

Dire addio al fumo: i segreti per riuscirci
Quasi tutti gli svapatori abbandonano le sigarette classiche con un dosaggio di nicotina abbastanza elevato: lo stesso, comunque, potrà essere ridotto a mano a mano che il tempo passerà. Ovviamente è molto importante fare attenzione a evitare gli eccessi, che comunque sono facili da riconoscere: infatti il corpo parla sotto forma di malesseri, nausee e giramenti di testa che si palesano nel momento in cui si sta eccedendo con lo svapo e con la nicotina.

La forza di volontà
Nel caso in cui la scelta della sigaretta elettronica e quella del dosaggio di nicotina si rivelino indovinate, già nel giro di una settimana il fumo è destinato a trasformarsi solo in un remoto ricordo. È normale, peraltro, che vi sia un divario tra il momento dello svapo e la percezione della sensazione di appagamento da nicotina: questo è l’aspetto più complicato da interiorizzare, ma con la giusta forza di volontà sarà facile dire addio al tabacco combusto.

f.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0176s.