27/12/2020 20:41:00

Il nuovo bus sorridente della Paidos

La cooperativa Paidos desiderava da tempo un nuovo furgone con cui accompagnare e prelevare i suoi ragazzi nelle tante attività giornaliere, scolastiche ed educative, nelle case famiglia e al centro diurno. 
Lo ha trovato sotto l’albero di questo strano Natale 2020, consegnato proprio alla vigilia, alla presenza di Babbo Natale e di alcuni elfi. Non ha il sorriso stampato in faccia, bensì sulla fiancata che riferisce chi sia il benefattore. 
Questa storia a lieto fine parte da lontano, almeno dall’anno scorso, quando il family banker Luigi Fantetti aveva iniziato una raccolta fondi tra i suoi clienti di Banca Mediolanum attraverso il servizio ‘Centesimi che contano’. Poi ci aveva pensato Sara Doris, presidente della Fondazione Mediolanum, ad annunciare tramite un videomessaggio che le donazioni raccolte sarebbe state raddoppiate dall’organismo incentrato proprio sul sostegno e la solidarietà a chi è in difficoltà.
La pandemia, il lockdown e la chiusura delle aziende hanno solo rallentato il percorso, ma il sogno si è avverato comunque, con grande soddisfazione del presidente della Paidos Marco Di Sabato e dei principali beneficiari di questo regalo: bambini e bambine, ragazzi e ragazze
.

La consegna dell'assegno avvenuta l'anno scorso


‘Siamo contenti e soddisfatti per aver portato a termine questo importante progetto che avrà sicuramente un impatto positivo sul territorio – ha commentato Luigi Fantetti – e in un anno così difficile per tutti, finalmente una notizia positiva e un sogno che si avvera. E’ soprattutto un sostegno importante per la crescita di tanti bambini che purtroppo non hanno un passato felice alle spalle, ma avranno sicuramente un presente più sereno anche grazie a  questo nuovo bus’.

f.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.