09/01/2021 10:41:32

Piazza Repubblica parcheggio 'free'

Ci sono voluti due pronunciamenti del Tar Puglia e altrettante diffide al Comune di Lucera per far tornare Piazza della Repubblica nella situazione precedente a giugno dell’anno scorso, quando iniziò la storia delle restrizioni su zona e strade adiacenti (Via D’Amely, Via Ardito, Via Solitano, Via Manzoni, Via Pignatelli). Tutto partì dall’ordinanza dell’ex sindaco Antonio Tutolo che voleva rendere l’area completamente pedonale, impugnata da una ventina di residenti, operatori commerciali e professionisti che si sentivano danneggiati dai divieti integrali imposti alla circolazione automobilistica. 
I giudici baresi ravvisarono che non fossero rispettati pienamente i criteri di proporzionalità e ragionevolezza. A seguito di una prima diffida, c’è stato a settembre il provvedimento del commissario prefettizio Ernesto Liguori che ha solo aumentato la disponibilità di parcheggi da 13 a 25 in Via Blanch. La decisione non ha soddisfatto i ricorrenti che si sono rivolti di nuovo al tribunale da cui è uscito un invito più pressante a rivedere, e definitivamente entro il 31 dicembre, la regolamentazione di quella delicata e importante porzione di centro storico dove confluiscono, elementi di urbanistica, commercio, viabilità e fruibilità, tutti da contemperare e armonizzare. Trascorso anche l’ultimo termine, è partita una seconda diffida che ha prodotto il risultato della copertura dei cartelli dei divieti, di fatto riportando la disciplina automobilistica indietro di sei mesi, così come era stato per anni: mercato giornaliero la mattina e parcheggio libero il pomeriggio e la sera.
Nel frattempo, c’è stato almeno spazio per un incontro tra le parti avvenuto ieri a Palazzo Mozzagrugno: l’Amministrazione Pitta, per bocca del sindaco, ha confermato l’intenzione di affrontare la situazione ma ha chiesto tempo per trovare una soluzione. Quella proposta resta una rimodulazione della Zona a Traffico Limitato comunque prevista sull’area, con variabilità oraria nei giorni feriali (accesso fino alle 20), considerata la presenza irrinunciabile del mercato giornaliero e di attività professionali, e magari solo integrale nei festivi. 

r.z.
 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.