22/04/2021 12:13:31

Oltre 5 milioni di evasione Tari

La cifra girava come una leggenda metropolitana in giro per la città, ora invece una determina del dirigente ai servizi finanziari del Comune di Lucera stabilisce ufficialmente le somme.
Il Comune di Lucera ha rivelato un’evasione della Tari di 5 milioni e 427 mila euro (compresa l’addizionale provinciale dello 0,3%) per il solo quadriennio 2016-2019.
Il dato è la base su cui poggia l’emissione di oltre 13 mila avvisi di accertamento che stanno arrivando nelle case dei lucerini, invitati a regolare in un’unica rata, entro 60 giorni, i conti con l’ente che ha estremo bisogno di recuperare il massimo possibile per la sua condizione di dissesto, fatta salva la moratoria per i pagamenti disposta dal Governo fino al 31 maggio a causa dell’emergenza epidemiologica in corso. In realtà non sono pochi quelli che in questi giorni stanno lamentando richieste per importi già pagati, per cui sorgono anche dubbi sull'efficienza del sistema di rilevamento e quantificazione dei crediti dichiarati. per di più, i critici naturalmente sollevano dubbi pure su quanto sia stato effettivamente incassato per le annualità precedenti non cadute in prescrizione, circostanza che aggraverebbe le condizioni di stabilità delle casse di Palazzo Mozzagrugno che hanno registrato un eloquente e costante aumento della massa di mancati versamenti (anno 2016: 1.224.994; anno 2017: 1.291.306; anno 2018: 1.390.762; anno 2019: 1.522.608)
Negli ambienti dell’Amministrazione Pitta, che ha proprio nello stesso sindaco l’assessore al Bilancio, trapela fiducia circa il rientro di una importante percentuale dell’ammanco accertato, senza contare la recente soddisfazione di un primo decisivo parere favorevole sul Bilancio Stabilmente Riequilibrato, da parte della Commissione per la “Stabilità finanziaria degli enti locali”, propedeutivo al quanto mai probabile assenso finale di competenza del ministero dell’Interno.

r.z.

 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.