17/04/2021 08:29:32

Vaccini e tamponi, dati e novità

Superano le 1.200 dosi di vaccino Astrazeneca somministrato nei primi cinque giorni al palasport di Lucera, a una platea di cittadini che va dai 60 ai 79 anni. Ai box si stanno avvicinando sia i cittadini prenotati che quelli ad accesso libero o programmati in giorni seguenti, grazie (o a causa) del numero importante di rinunce di anziani che stanno rifiutando quella specifica marca di siero a loro destinata. 
In Puglia è stata annunciata la prosecuzione della campagna fino all’esaurimento delle fiale disponibili. La situazione attuale parla di circa 900 mila persone vaccinate, con aperture a fasce di età scaglionate per giornate. 
Ieri è toccato a quelli senza fragilità alla doppia annualità dei nati nel 1948 e 1949, oggi per 1950 e 1951 e domani per 1952. 
Dal canto suo la Asl sta continuando la distribuzione nei piccoli comuni, tra prime e seconde dosi, mentre negli ospedali di San Severo e San Giovanni Rotondo stanno affluendo pazienti oncologici, ematologici e loro familiari conviventi. In provincia di Foggia, in totale sono state somministrate 144.516 dosi di vaccino di cui 100.089 prime e 44.427 seconde. Gli ultraottantenni che hanno ricevuto la prima dose sono in tutto 31.988, di questi hanno fatto anche la seconda somministrazione 23.201. Le persone di età compresa tra 70 e 79 anni che hanno ricevuto la prima dose sono 12.598. Hanno ricevuto la prima dose anche 8.104 persone estremamente vulnerabili e con disabilità grave e 4.604 caregivers.
Al Policlinico Riuniti, invece, da lunedì sono state vaccinate 950 persone: 290 con condizioni di estrema vulnerabilità, 190 conviventi di pazienti ad alto rischio, 300 adulti di 60 anni di età e più. Al plesso D’Avanzo continua l’offerta del vaccino AstraZeneca, per la categoria 60-79 anni, anche in libero accesso. 

Da oggi, inoltre, comincia in provincia il fattivo coinvolgimento dei medici di medicina generale nella campagna vaccinale, relativamente alle persone estremamente vulnerabili e ai pazienti a domicilio da coprire nei propri studi o a domicilio. Sono state consegnate 2.748 dosi, di cui 1.458 nel comune di Foggia.

Intanto, la Giunta regionale ha approvato una delibera che dà la possibilità di iscrizione all’elenco delle strutture autorizzate all’esecuzione dei test molecolari anche per i laboratori generali di base autorizzati all’esercizio, semprechè ne facciano richiesta. Nelle more dell’espletamento della procedura è possibile ammettere alla rete regionale questi laboratori, autorizzandoli all’esecuzione dei test molecolari per motivi diversi da quelli connessi alle attività di sorveglianza e di sanità pubblica, senza oneri a carico del servizio sanitario pubblico, cioè con costi a carico del paziente. 
Maglie allargate anche per le prescrizioni, ora autorizzate anche per i medici competenti delle strutture ed enti pubblici non sanitari (enti locali, municipalizzate, etc..) e delle aziende private (comprese le strutture private accreditate del Servizio Sanitario Regionale) oltre ai medici e agli ufficiali sanitari delle forze dell’ordine e delle forze armate.

f.g.
 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.