21/04/2021 10:19:40

La mini ordinanza di Pitta

Oggi “scade” la famosa ordinanza del 6 aprile scorso, quando il sindaco Giuseppe Pitta ha posto Lucera in un duro lockdown di carattere sociale, commerciale e scolastico. 
E quindi erano attesi provvedimenti consequenziali, anche perché nel frattempo né il numero dei positivi attuali è diminuito in misura eccessiva, né la curva dei contagi ha mostrato una flessione significativa. In altri termini, oggi ci sono 562 positivi, ma nelle ultime due settimane ne sono stati scoperti più di 400, a fronte di oltre 500 negativizzati in più.

Il nuovo provvedimento ha validità fino a domenica 25 aprile, giorno in cui è stata disposta la chiusura della Villa comunale e della zona intorno al castello, oltre a tutte le attività commerciali, alimentari e non, eccetto le edicole, mentre per la ristorazione sarà consentita la consegna a domicilio.
Una delle parti più attese era certamente quella sulla scuola, per la quale è stata confermata la stessa sospensione generale per tutte le attività in presenza, per ogni ordine e grado didattico. Stessa cosa per asili nido, pubblici e privati, ludoteche e attività catechistiche e ricreative parrocchiali.
Disposta inoltre la chiusura alle 20 di tutti gli esercizi commerciali e artigianali esistenti sul territorio di Lucera, compresi tabacchi ed edicole, a eccezione di farmacie, parafarmacie, attività sanitarie assimilabili.

Per le attività di ristorazione, sia commerciali che artigianali (tra cui ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie e simili) riprende da giovedì a sabato la possibilità di vendita per asporto fino alle 20 ma con divieto assoluto di ingresso nei locali, oltre alla già consentita consegna a domicilio. Per i bar senza cucina (e altri esercizi simili – codice Ateco 56.3) la vendita per asporto sarà consentita fino alle 18.

Da domani riapre il cimitero con l’accesso contingentato già attuato negli ultimi mesi (30 persone massimo e per 30 minuti ciascuno), mentre per i riti funebri resta l’ingresso per 15 persone. 
Confermato il divieto h/24 di consumare alimenti e bevande in luogo pubblico, mentre i distributori automatici osserveranno la chiusura dalle 20 alle 5 del giorno successivo. 

Il Comune di Lucera torna a essere off limits per gli accessi del pubblico, fatti salvi gli uffici Anagrafe (solo carte d'identità), Stato civile (solo nascite o morti), Protocollo (solo per atti in scadenza) e Polizia municipale (solo urgenze). Per tutti gli altri, sarà possibile l’accesso solo previo appuntamento telefonico. 

Red. 

I recapiti comunali:

Polizia municipale: 0881/540009
mail: poliziamunicipale@comune.lucera.fg.it

Pubblica Istruzione — Servizi sociali: 0881541551 — 550 — 554;
mail: politichesociali@comune.lucera.fg.it

Ufficio Tributi: 0881541249 — 250 — 254 — 241 — 270 - 248;
mail: tributi@comune.lucera.fg.it
PEC: tributi.lucera@anutel.it

Ufficio Ragioneria: 0881541 236 - 232 — 234;
mail ragioneria@comune.lucera.fg.it

Ufficio Impianti tecnologici — Rifiuti Pubblica illuminazione - Trasporti: 0881541226 — 279 — 245 — 204 !
mail: impiantitecnologici@comune.lucera.fg.it - ced@comune.lucera.fg.it

Ufficio Protocollo: 0881541244;
PEC: comune.lucera@anutel.it

Ufficio Opere pubbliche: 0881541212 - 214
mail: operepubbliche@comune.lucera.fg.it

Ufficio Lavori pubblici: 0881541332 — 333;
mail: lavoripubblici@comune.lucera.fg.it

S.U.A.P.: 0881541501 — 514 — 517 — 513 - 518;
mail agricolturaeambiente@comune.lucera.fg.it - uma@comune.lucera.fg.it

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.