21/04/2021 17:44:52

Solo PagoPa per le lampade votive

Non c’è pace per il pagamento del canone per lampade votive al cimitero, oggi internalizzato dal Comune. Dopo l’emanazione delle nuove disposizioni dopo oltre un anno di stop, i cittadini in questi giorni hanno già scoperto che l’unica forma di versamento resta quella telematica con il ricorso alla piattaforma PagoPa (obbligatoria per gli enti pubblici), visto che il Tesoriere comunale (il Banco di Napoli di Via Gramsci) non accetta la rimessa in contanti ai propri sportelli, nonostante fosse stata espressamente indicata da Palazzo Mozzagrugno come valida alternativa.

A compensare il disagio per numerose persone c’è la riapertura del cimitero a partire da domani, sebbene con ingresso contingentato, e soprattutto la circostanza che le tariffe stabilite, contrariamente a quanto riportato in un primo momento, sono le stesse del 2017 quando erano state ritoccate l’ultima volta del 6% dalla ditta Saie che ha gestito il servizio in appalto fino a gennaio dell’anno scorso. L’errore è consistito nella mancata considerazione dell’Iva (22%) sugli importi base di 15,91 euro per l’abbonamento annuale per singola lampada e 16,97 per le spese per il primo allaccio. 
I totali restano quindi confermati rispettivamente a 19,50 e 20,70 euro, così come le scadenze: 30 maggio per la passata annualità e 30 settembre per quella in corso.

r.z.

Informazioni:
Protezione Civile, in Via Salvo D’Acquisto (ex alloggio del custode della scuola Tommasone)
0881-541335 0881-541336 328-6553143

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.