04/05/2021 12:13:29

Consiglio comunale pieno e vivace

Il Consiglio comunale di giovedì scorso ha offerto una lunga serie di spunti di carattere amministrativo e politico, naturalmente a partire dalla forte protesta dell’intera minoranza che ha abbandonato la seduta (on line) quando il presidente del Consiglio ha sostanzialmente imposto al sindaco di non rispondere all’ennesima sollecitazione sulle voci di una festa organizzata in occasione del suo giuramente da avvocato.
L’uscita di scena dell’opposizione ha dato via libera e veloce all’approvazione di numerosi argomenti, alcuni di grande concretezza, altri di puro idealismo, come l’attribuzione della cittadinanza onoraria a Patrick Zaki, l’attivista egiziano arrestato e detenuto da oltre un anno in patria dove era tornato dopo un periodo di stage svolto all’Università di Bologna. Gli stessi promotori dell’iniziativa, presenti in maniera trasversale ai due schieramenti lucerini, hanno definito il provvedimento di carattere simbolico. Sullo stesso tema, invece, non si più che fine abbia fatto la proposta di fare altrettanto con Liliana Segre. Era dicembre 2019, e quelle erano le settimane in cui tutti volevano assegnarla, quasi come la moda del momento.
Dello stesso tenore, la mozione di sostanziale rigetto dell’ipotesi di installazione di un sito per le scorie nucleari sul territorio di Puglia e Basilicata, mentre sono ancora tutti da approfondire i dettagli del regolamento del “Consiglio comunale dei Giovani”, la cui definizione lascia già intendere che la partecipazione sarebbe consentita anche ai maggiorenni, circostanza che ha fatto innalzare le antenne su possibili distorsioni di carattere politico e soprattutto elettorale.

A ogni modo, l’Amministrazione Pitta ha portato a casa anche l’approvazione di tutte le norme annuali legate a tributi, imposte e canoni locali, mentre è stata rinviata quella molto delicata sulle dilazioni per il pagamento delle entrate dell’ente. 
In maggioranza si è palesato ufficialmente il nuovo gruppo consiliare “Con”, formato da quattro elementi come Raffaele La Vecchia, Francesco Aquilano, Francesca Niro (capogruppo) e Vincenzo Checchia coordinatore locale. Pierluigi Coloma è confermato come unico assessore di riferimento, nonostante la scorsa settimana sia stato a un passo da lasciare la Giunta in quello che è stato il primo scossone politico nella coalizione vittoriosa sette mesi fa.

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.