31/05/2021 10:59:08

Giuseppe Pitta si è dimesso

Giuseppe Pitta poco fa si è dimesso dalla carica di sindaco, protocollando una decisione che ora fa scattare i canonici venti giorni utili per poterci ripensare, circostanza quanto mai probabile.
Il provvedimento era nell’aria da tempo, e quindi è parso scontato, specie dopo le dichiarazioni, dirette e indirette, arrivate da più parti della minoranza che chiedeva di poter valutare un eventuale sostegno, ma solo a seguito di un passo indietro del sindaco.  
Se poi gli spostamenti in maggioranza coincideranno con gli stessi richiedenti lo si verificherà nei prossimi giorni, anche se non sono escluse clamorose sorprese su più fronti. Sarebbe comunque esclusa qualsiasi ipotesi di ricongiungimento dei quattro consiglieri del gruppo “Con” (con due assessori), e l’unico della lista Agricoltori (con il vice sindaco) che hanno lasciato lo schieramento, i quali sabato scorso hanno raccontato la propria versione dei fatti accaduti negli ultimi mesi a Palazzo Mozzagrugno.  
Una delle poche cose certe, comunque, è l’indicazione di Emanuela Gentile come vice sindaco, nell'ambito di una Giunta che è chiamata a varare, oltre a quelli già approvati la scorsa settimana, alcuni adempimenti tecnici e quattro progetti da candidare ai bandi sulla Rigenerazione urbana, riguardanti l’area esterna del castello, i sotterranei dell’anfiteatro, gli scavi di Piazza delle Terme romane e la zona tra Via Petrilli e Piazza Santa Caterina.

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.