05/07/2021 19:50:07

Argos Hippium con due lucerini

Sono undici  le personalità che saranno premiate il prossimo 30 luglio, al parco archeologico di Siponto, nella nuova edizione del premio Argos Hippium organizzato come sempre dalla famiglia Campagna che vuole ancora una volta rendere omaggio ai talenti di Capitanata, a chi è andato via senza mai dimenticare le proprie radici e a chi è rimasto contribuendo a valorizzarla.
La serata, presentata dall’attore Gianmarco Saurino, vedrà tra i protagonisti Michele Benincaso e Giovanna Iannantuoni, quest’ultima rettrice dell’Università di Milano Bicocca, nata a Lucera nel 1970 ma da genitori di San Marco la Catola e Celenza.
Il primo, da anni residente a Stoccolma,  è il fondatore e direttore di Elk Audio, ed ha inventato la tecnologia della chitarra del futuro, utilizzata anche dal frontman dei Muse Matt Bellamy. Tra le novità anche un nuovo dispositivo, già testato dalla San Francisco Opera, che permette di connettere gli artisti in remoto eliminando il tempo di ritardo che interrompe il flusso creativo. 
Gli altri che riceveranno la stele dauna realizzata dal creative designer Gianluca di Santo saranno Gaudiano, vincitore delle nuove proposte all’ultimo Festival di Sanremo; l’etichetta discografica WFK formata dai foggiani Tommy La Mura, Luigi Zammarano, Mario Carucci e dal romano Tiberio Fazioli, in arte FASMA, il rapper che quest’anno sul palco dell’Ariston è salito in qualità di big e che ritirerà il premio insieme ai suoi compagni di viaggio.  Poi figura anche il pianista e compositore Carmine Padula (Apricena) che dopo aver firmato la colonna sonora della fiction di Rai 1 “Ognuno è perfetto” e del film dedicato a “Chiara Lubich’, è ora alle prese con una nuova colonna sonora per un’altra fiction prossimamente in onda su Rai 1.  Poi c’è Francesca Stilla (San Marco in Lamis), giudice del tribunale per i minorenni di Roma. Da Los Angeles arriva Stefano Morellina (Foggia), ingegnere presso NASA-JPL dove si occupa dei sistemi di controllo termico dei veicoli spaziali di Mars Sample Return, la missione interplanetaria che intende prelevare dei campioni di Marte e trasportarli sulla Terra. Da Pasadena Vito Rubino (Manfredonia), ingegnere che si occupa di studiare la meccanica della frattura dinamica, contribuendo a evidenziare meccanismi utili nello studio della propagazione dei terremoti. Da Strasburgo Giuseppe Greco (San Giovanni Rotondo) che fa parte del team di ricercatori che ha scoperto le onde gravitazionali, attualmente coinvolto nella progettazione del nuovo interferometro Einstein Telescope (ET) che dovrebbe entrare in funzione nel 2036 e che l’Italia si candida a ospitare in Sardegna. A ricevere il premio sarà anche Michele Guerra (Manfredonia), fondatore del Tempio della Sicurezza e della Prevenzione, che ospita sul Golfo il Museo Storico dei Pompieri e della Croce Rossa Italiana più grande del mondo. Infine Giovanni Curtotti (San Severo), ingegnere che per la multinazionale Prysmian guida le interconnessioni elettriche sottomarine e terrestri nell’area del Mediterraneo. Attualmente è impegnato nell’Interconnessione via cavo interrato tra l’Italia e la Francia attraverso il traforo del Frejus, che con i suoi 200 km costituirà una delle più lunghe e complesse interconnessioni terrestri al mondo. 

f.g.

La serata sarà trasmessa in diretta sulle pagine Facebook del Premio Argos Hippium, del Parco Archeologico di Siponto e in qualità HD sulla piattaforma LIVEGO.it.
 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.