06/07/2021 11:15:11

Disagi per il palasport senza corrente

Brutta sorpresa questa mattina per i cittadini che si sono recati al palasport per la vaccinazione. La struttura è senza corrente elettrica e quindi non è possibile attivare nemmeno il sistema dell’aria condizionata, installato la scorsa settimana a seguito delle proteste degli utenti e soprattutto degli operatori sanitari che lavorano all’interno per molte ore al giorno. In effetti la situazione era decisamete migliorata con un piacevole refrigerio assicurato dal noleggio di apposita attrezzatura da parte della Asl, mentre il Comune di Lucera si è accollato i costi e trasporto e montaggio del macchinario che si sostituisce l’impianto risultato rotto e non funzionante.
Enel Energia avrebbe assicurato il ripristino dell’erogazione entro la mattina di oggi, ma nel frattempo restano ancora le polemiche, i dubbi e le proteste per la gestione della situazione in Viale Canova, con l’immancabile polemica politica e lo sbarco della questione anche in Consiglio comunale.
Lunedì scorso è stato l’esponente della minoranza Davide Colucci a chiedere conto direttamente al sindaco della vicenda, meravigliandosi della “scoperta” del sistema inutilizzabile solo quando è esploso il problema caldo all’interno e non con preventivo accertamento.
“Perchè la cosa non è stata rilevata all’atto della ripresa in possesso dell’edificio tre mesi fa?”, ha affondato Colucci che ha evidenziato a circostanza di una mancata verifica totale delle condizioni di restituzione del palasport da parte del vecchio gestore, ancora moroso con l’ente. 
“L’Ufficio Contenzioso si dovrà occupare della questione – ha risposto Giuseppe Pitta – sia per il recupero delle somme non ancora incassate (23 mila euro, ndr), sia per la verifica degli eventuali danni occorsi con la gestione terminata ad aprile scorso”.
L’ultimo precedente certo dell’accensione dell’aria condizionata risale a cinque anni fa, in occasione dei campionati italiano di tennis tavolo disputato per circa un mese sul parquet della struttura di zona 167.
A ogni modo, anche la soluzione trovata non è piaciuta ad altri pezzi di (neo) maggioranza, come i gruppi Con e Agricoltori che hanno invocato un intervento più strutturale e non temporaneo sulla gestione delle temperature interne.
“Il fitto di una unità di condizionamento ci sembra una soluzione tanto raffazzonata quanto poco logica – hanno scritto in una nota – se si considera che al Comune di Lucera, per le annualità 2020 e 2021, sono state destinate delle somme afferenti il cosiddetto ‘Fondone’ (art.106 del DL n.34/2020) per fronteggiare l’emergenza Covid e queste somme, se non utilizzate, vanno restituite. Ci chiediamo se non sia più saggio impegnarne una piccola parte (circa 80 mila euro, ndr) per l’acquisto di un nuovo sistema, utile in tutte le evenienze del palazzetto e non solo come hub vaccinale, e che quindi rimarrebbe in dotazione alla struttura praticamente a costo zero per l’ente. Diversamente, in caso di ritorno alla sua destinazione solo sportiva, il Comune di Lucera dovrà comunque provvedere a proprie spese alla sistemazione dell’impianto”. 

r.z.

Aggiornamento ore 15.30 - Enel Energia fa sapere a Luceraweb che l'intervento di manutenzione programmata al palasport era per il miglioramento della qualità del servizio e si è regolarmente concluso entro l'orario previsto delle 14. Da domani, quindi, le operazioni di vaccinazione riprenderanno con tutti i comfort registrati negli ultimi giorni.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.