21/07/2021 12:47:49

Maltrattava la compagna, allontanato dal giudice

Tutto è iniziato dall’intervento di una volante della polizia a seguito di una segnalazione di lite in famiglia avvenuta due mesi fa a Lucera. L’episodio si poteva inquadrare in una conflittualità fra conviventi derivante anche da problemi economici, oltre alla necessità di condividere spazi con altri membri dello stesso nucleo di origine straniera. 
Ma il personale del Commissariato di Via Po ha voluto approfondire la vicenda, ritenendo di aver quindi scoperto che una giovane donna si era ritrovata a vivere con la figlia minorenne nell’abitazione di famiglia del suo compagno, dove però era sottoposta a ripetuti maltrattamenti psicologici e fisici, vittima di un ossessivo controllo da parte del compagno che di fatto le impediva qualsiasi autonomia decisionale e pertanto viveva ormai da anni in condizioni di stenti, di solitudine e di violenza, e pur volendo scappare da quella situazione non sapeva proprio dove andare.
A quel punto è stato allertato e coinvolto anche il Centro Antiviolenza di Telefono Donna, così prima la donna e la piccola sono state messe in sicurezza e poi sono partite subito le indagini, coordinate dalla procura che ha chiesto e ottenuto dal gip il divieto di avvicinamento a carico dell’uomo che quindi non potrà frequentare i luoghi in cui si trova la persona offesa. 

Red. 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.