08/09/2021 10:58:13

Quattro comuni al voto sui Monti dauni

I prossimi 3-4 ottobre si apriranno le urne anche in provincia di Foggia, con una decina di comuni al voto amministrativo. Sui Monti dauni settentrionali sono quattro le contese aperte. 

In ordine di grandezza, Celenza Valfortore è il comune maggiore con 1.789 elettori iscritti, commissariato da nove mesi e quindi in situazione di elezioni anticipate. Concorrono alla carica di sindaco due “ex”: Massimo Venditti con la lista “Alleanza civica per Celenza”, forte oppositore di Luigi Iamele decaduto a dicembre scorso, avrà di fronte Francesco Lucio Santoro che ha presentato la formazione “Per il bene di Celenza”. 

A Casalnuovo Monterotaro ci sono 1.632 aventi diritto al voto. La competizione è tra Pasquale Codianni de “L'Altra Civitas”, assessore dall’amministrazione di Pasquale De Vita che quindi esce di scena, anche se dalla fine 2019 è anche presidente del Gal Meridaunia. Contro di lui si schiera una vecchia conoscenza della politica di Capitanata come Armando Palmieri, a capo della lista “Rilanciamo Casalnuovo”. E’ stato sindaco in paese dal 1999 al 2004, oltre a una breve esperienza come presidente della Provincia. 

Alberona è tra i paesi più piccoli con i suoi 1.106 cittadini chiamati a recarsi ai seggi. In realtà il primo cittadino uscente Leonardo De Matthaeis, con la sua lista “Alberona ti amo”, ha già vinto perché senza avversari. Sulla carta, a contendergli la fascia tricolore c’è Berenice Cilenti, la fidanzata di suo figlio, con la lista denominata “Insieme”, in cui figurano la moglie del sindaco, e altri parenti della sua stessa compagine amministrativa. La formazione avversaria è stata formata in tutta fretta per non rischiare l’invalidamento del voto senza il quorum necessario, visto che dall’opposizione nessuno si è fatto avanti per la competizione. 

Infine Panni, con i suoi 852 residenti, è il comune più piccolo dei quattro, commissariato da febbraio scorso, quando si sono dimessi tre consiglieri di maggioranza assieme ad altri tre della minoranza, facendo cadere Pasquale Ciruolo che era al terzo mandato e rimasto in carica per 14 anni. La competizione vera, quindi, è tra l’ex vice sindaco Danida Mansolillo con la lista “Uniti per anni” in cui figura anche lo stesso Ciruolo come candidato consigliere, e Amedeo De Cotiis con “Rinascita”, ex assessore ai lavori pubblici al quale era stata ritirata la delega. E anche in questa occasione sono spuntati due candidati sindaco con altrettante liste formate in buona parte da appartenenti alle forze dell’ordine, operazione possibile proprio nei centri con popolazione inferiore ai mille abitanti.

Riccardo Zingaro

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.