15/09/2021 17:19:11

Iniziano i test salivari a scuola

Quando ormai mancano poche ore all’effettiva riapertura delle scuole dell’obbligo a Lucera, la Regione Puglia fa sapere di essere pronta ad avviare gli screening sulla circolazione del Covid nella popolazione studentesca, così come disposto dalle strutture nazionali di riferimento. 
Sul fronte vaccinale, è iniziata la chiamata “scuola per scuola”. I dati attuali parlano di oltre il 70% di somministrazioni con almeno una dose della fascia di età compresa tra i 12 e i 19 anni, contro una media nazionale del 62,83%. Anche sulle secondi dosi nella fascia 12-19 anni la Puglia è al 50,71% e l’Italia al 46,34%. Inoltre la regione ha il primato nazionale per la vaccinazione del personale scolastico, superiore al 95%. 

Il Dipartimento Promozione della Salute ha pubblicato una circolare sul piano di monitoraggio nelle scuole primarie e secondarie, con le prime indicazioni operative. Le Asl devono provvedere, mediante i Dipartimenti di Prevenzione e dei Servizi Igiene e Sanità Pubblica, e con il coinvolgimento degli Uffici Scolastici provinciali e dei dirigenti scolastici, alla scelta delle “scuole sentinella”. Dovranno essere individuate tenendo conto della rappresentatività geografica, del potenziale di adesione e della fattibilità logistica, ad esempio, nelle operazioni di trasporto dei campioni verso i laboratori di analisi pubblici individuati a livello provinciale. Tutti i 13 laboratori della rete pubblica Covid sono attrezzati per processare i campioni salivari.
In  base alla numerosità campionaria da raggiungere per provincia, dovranno essere individuati uno o più plessi scolastici per ogni provincia, selezionando gli  studenti, possibilmente, da differenti classi.  
In Capitanata i test minimi da effettuare quindicinalmente saranno 353 nelle scuole primarie e 251 nelle scuole secondarie di primo grado. Complessivamente in Puglia si dovranno effettuare ogni 15 giorni almeno 2.282 test nelle primarie e 1.531 nelle secondarie. 
Tenuto conto della facilità della raccolta del campione e dell’elevata sensibilità e specificità della metodica, sarà utilizzato il test molecolare per la rilevazione di Sars-Cov2 su campione salivare. Garantisce anche la possibilità di processare il campione per l’eventuale sequenziamento genomico virale. 
Le Asl faranno riferimento al Team di Operatori Sanitari Scolastici (TOSS COVID-19) che devono garantire operativamente l’effettuazione delle attività di supporto, sorveglianza e screening negli istituti. 

f.g.
 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.