10/10/2021 20:50:57

Novità importanti per il servizio trasfusionale

Dopo mesi di proteste, segnalazioni e richieste di spiegazioni, questo mese di ottobre promette di essere quello della svolta per il servizio di emotrasfusione dell’ospedale Lastaria di Lucera.
Da lunedì 18 ottobre, anzitutto, la gestione passerà dalla Asl al Policlicnico di Foggia, prendendo in carico un settore che finora era stato condotto dal personale del Masselli-Mascia di San Severo. La conferma arriva dal dottor Michele Centra, direttore del Servizio Immunotrasfusionale e Medicina Trasfusionale del Riuniti, che ha già convocato i presidenti delle tre associazioni locali che si occupano della donazione del sangue (Fidas, Avis e Fratres), alla presenza del collega Giulio Mascolo, responsabile della direzione medica della struttura lucerina. 
L’incontro è servito per concondare le attività con la popolazione in generale, così da mettere a punto un sistema che provochi meno disagi possibili sul fronte sanitario e su quello dell’utenza. 
Le attività al momento saranno aperte al pubblico nella mattinata del lunedì, con la possibilità di erogare servizi gratuiti come l’elettrocardiogramma, la consegna della analisi via mail e il test seriologico. 
Ogni donatore dovrà comunque passare da una prenotazione concordata con uno dei tre sodalizi e poi sarà chiamato con apposito giorno e orario assegnato, così da ridurre i tempi di attesa. 

Tuttavia la novità più importante riguarda l’annunciata installazione proprio al Lastaria dell’Officina Trasfusionale con una competenza di copertura di tutto il territorio della provincia di Foggia. Si tratta della struttura dove viene svolta la lavorazione degli emocomponenti, in un’ottica di collaborazione di area vasta, affinché tutto il sangue donato sia gestito e processato in una sola sede, per poi essere restituito ai diversi ospedali in base al fabbisogno. 

“Invitiamo i donatori abituali, ma anche amici e simpatizzanti alla collaborazione costante – ha dichiarato Rosalia Nappa, presidente lucerino di Fidas Dauna - e soprattutto alla disponibilità periodica alla donazione del sangue, per garantire una costante affluenza settimanale, la quale consentirà una prestazione del servizio sempre più elevata. Salutiamo con grande soddisfazione questo cambio della gestione ma soprattutto questo innalzamento del livello dei servizi, dopo un periodo di grandi difficoltà anche logistiche, con accoglienza precaria e prestazioni ridotte ai minimi termini. La sospensione estiva della sezione è stato il punto più basso degli ultimi mesi. Siamo fiduciosi su evidenti miglioramenti”.

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.