13/10/2021 12:05:54

Alla Manzoni arrivano i container

Potrebbero essere in fase terminale i disagi di alcune seconde e terze classi (e rispettive famiglie degli alunni) della scuola media Manzoni di Lucera che dall’inizio dell’anno scolastico sono costrette al turno pomeridiano in rotazione per carenza di aule. Negli ultimi giorni si è alzato il livello della protesta per una situazione che viene ritenuta di grande difficoltà didattica e logistica, peraltro poco comprensibile se ci considera il tempo avuto a disposizione.
Nella giornata di ieri l’azienda che si è aggiudicato il servizio di noleggio delle strutture modulari ha effettuato il sopralluogo sul posto, finalizzato allo scarico e installazione di quelle che poi saranno adattate per accogliere i ragazzi per le lezioni. 
Il Comune di Lucera ad agosto scorso aveva ricevuto un finanziamento ministeriale di 145 mila euro, e siccome una delle questioni rimaste ancora aperte è senza dubbio la ricerca di spazi sufficienti per garantire sicurezza in classe in tema di distanziamento, a quei fondi si aggiungono altri 200 mila euro per realizzare piccoli lavori edilizi con cui ricavare spazi migliori e più ampi nei plessi Dante, Fasani, (Via Pasubio), Bozzini-Fasani e ancora Manzoni. In quest'ultimo caso si potranno finalmente aprire le famose quattro aule tanto desiderate ma rimaste chiuse per adeguamenti strutturali non ancora effettuati, anche se l’avvio degli interventi è annunciato solo per fine mese. 
“Ci dispiace che la tempistica non sia stata come speravamo – ha commentato a Luceraweb l'assessore ai Lavori pubblici Daniela Pagliara – perché c’è stato un intoppo burocratico con il ministero. Adesso si tratta solo di adempimenti tecnici da attuare con l’azienda, e quindi chiediamo alle famiglie solo qualche altro giorno di pazienza”. 

r.z.
 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.