23/11/2021 17:11:44

Le alleanze ‘variabili’ di Pitta

Il sindaco di Lucera Giuseppe Pitta ha fatto tredici. E’ il numero di assessori già chiamati nelle sue quattro Giunte finora varate in tredici mesi di mandato. 
Se si mettesse a confronto la composizione della prima del 21 ottobre 2020 e l’ultima di venerdì scorso si vede che solo un assessore è rimasto sempre in carica: Alfonso Trivisonne. Tutti gli altri sono diversi, pure più volte nello stesso settore.
Il nuovo scossone arriva tutto dai Popolari dove entra ufficialmente anche Pasquale Colucci da sei mesi nel gruppo Misto perché uscito dalla lista degli Agricoltori, divenendo quindi la compagine di maggioranza più nutrita. 
E quindi quella “sintesi” tutta interna invocata da Michele Cedola dopo le sue dimissioni si è racchiusa nel ritorno di Maria Barbaro che negli ultimi giorni continuava a negare la sua (auto) candidatura in Giunta che ormai girava da diversi giorni. 

“Sì, le Giunte sono quattro – ha messo le mani avanti Pitta stamattina in un’apposita conferenza stampa, lasciando intendere che questo sarebbe l’assetto definitivo – ma non è dipeso da me. A maggio sono andati via tre assessori, non rimossi da me e dovevo pur sostituirli. Poi c’è stata la questione del contenzioso sui suoli 167 e doevo operare dei cambi obbligati, e infine si è dimesso l’assessore Cedola e anche in questo caso ci voleva il ricambio”. 

In Consiglio comunale sbarca quindi (già da giovedì prossimo nella seduta del conferimento della cittadinanza onoraria a padre Eugenio Galignano) Simone Codirenzi, primo dei non eletti nella lista “La Pagnotta” che nel frattempo si è disciolta in buona parte proprio nei Popolari. Ma l’infermiere lucerino è sempre stato vicino ad Antonio Tutolo, oggi tutt’altro che sodale, per cui qualche timore sorge sulla sua reale adesione politica a un’Amministrazione che non ha ancora mostrato quel cambio di passo annunciato sei mesi fa quando le carte della coalizione si sono rimescolate parecchio.

A Palazzo Mozzagrugno, comunque, le porte girevoli sono sempre in movimento, ma ci sono effetti collaterali evidenti che si ripercuotono sulle persone, prima che sulle caselle da riempire in ogni occasione. 
Sono gli effetti delle “alleanze variabili” che Pitta mostra di inseguire praticamente fin dal suo insediamento, basterebbe ricordare i rapporti intercorsi e le reciproche dichiarazioni registrate non più tardi di qualche mese fa proprio con il suo nuovo vice sindaco. E poi non è un mistero che blandisca apertamente e ripetutamente elementi della minoranza, attività che esercita appena ne ha la possibilità, proprio per rinforzare lo schieramento a suo sostegno dentro il Consiglio comunale. 
Fuori, invece, si sono persi per strada già alcuni fedelissimi, politicamente soccombenti di fronte alle forze trasversali che si incrociano a Corso Garibaldi quando si cominciano a udire anche semplici scricchiolii. 
Pitta non può permettersi di fallire e di interrompere la sua ancora breve esperienza da Sindaco per una lunga serie di ragioni personali e politiche, e questa è una debolezza che rischia di logorarlo fino al 2025, orizzonte temporale per il quale promettere di battere il record di otto esecutivi che in cinque anni hanno cambiato i suoi predecessori Giuseppe Labbate e Pasquale Dotoli. 
E dimostra di essere perfettamente cosciente della situazione, misurando la sua prima dichiarazione dopo la nomina della Giunta. “Il mio infinito grazie va a tutti gli amici che ci hanno sempre messo la faccia e che continuano quotidianamente a farci sentire la loro vicinanza ed il loro affetto, non posso citarli perché rischierei di dimenticarne molti, ma sanno di avere un posto speciale nel mio cuore”.

C’è chi è rimasto a bordo campo in attesa di una chiamata, chi non ha abbandonato le illusioni di un ripescaggio e chi attende ancora di essere “risarcito” per il tanto fervore elettorale e la guardia montata sui social network a difesa del suo nuovo preferito. Ma sarà difficile verificare le modalità di soddisfazione, bisognerebbe cercare strada per strada.

Riccardo Zingaro

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0469s.