15/01/2022 08:26:10

Nuova governance dei Monti dauni

L’Area Interna dei Monti Dauni ha una nuova governance. L’assemblea dei 29 sindaci ha indicato per acclamazione il coordinatore nella persona di Raimondo Giallella, sindaco di Pietramontecorvino. Prende il posto di Michele Dedda, assessore a Bovino che aveva guidato l’organismo fin dalla costituzione nel 2013. Resterà comunque come suo vice. 

“I sindaci hanno ancora una volta confermato che sui Monti Dauni si può fare sistema, dimostrando maturità politica e passione per il territorio – ha detto Dedda – e il nostro abbraccio è stato un gesto importante, un segnale forte anche al resto della provincia. Questo territorio è stato sempre coeso, e ha voglia di riscatto e ripartenza. Il nuovo coordinatore avrà tanto da lavorare e noi tutti gli daremo  il sostegno che merita, con l’augurio di poter disporre delle stesse risorse della passata programmazione”.

“I Monti Dauni – ha aggiunto Giallella - hanno scritto un’altra pagina indimenticabile, confermando ancora una volta che la nostra è un’area unita e pronta ad affrontare tante altre sfide che ci devono vedere protagonisti in positivo. Solo con la coesione che da anni ci contraddistingue, possiamo pensare al rilancio dell’area interna. I cittadini che vivono questa montagna continueranno ad avere le risposte che meritano. Qui abbiamo un’idea progettuale ampia che abbraccia le varie tematiche, dai servizi sanitari che vanno migliorati, alla viabilità interna con particolare attenzione ai collegamenti con i grossi centri della Capitanata e poi avviare la transizione digitale per connettere i Monti Dauni con il mondo. Infine riflettori puntati sul Piano di Ripresa e Resilienza e sulle politiche europee e nazionali per i territori montani. Solo dando concretezza a queste prospettive si potrà dare senso alla lotta contro lo spopolamento dei nostri borghi. Le intenzioni del Governo centrale di ridare slancio e vigore alla SNAI, debbono concretizzarsi con interventi fattivi”.

Lucera non fa parte dell’Area Interna perché non ne possiede i requisiti legislativi, soprattutto per l’assenza di lontananza dai servizi essenziali come trasporti, istruzione e sanità, ma fa parte del Gal Meridaunia che è il connettore operativo dell’intero territorio che comprende i comuni di Accadia, Anzano, Ascoli, Bovino, Candela, Castelluccio dei Sauri, Castelluccio Valmaggiore, Celle, Deliceto, Faeto, Lucera, Monteleone, Orsara, Panni, Rocchetta, Sant’Agata, Troia, Casalnuovo, Alberona, Biccari, Carlantino, Casalvecchio, Castelnuovo, Celenza, Motta, Pietra, Roseto, San Marco La Catola, Volturara e Volturino. 

f.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.