02/01/2022 20:21:20

Fine anno con donazioni ospedaliere

Alla fine del 2021 c’è chi si è ricordato che nel sistema sanitario c’è sempre bisogno di un supporto esterno, in alcuni casi assolutamente prezioso per assicurare efficienza e serenità alle attività che vengono svolte negli ospedali.

Il Rotary Club e il Rotaract Club di Lucera, per esempio, hanno regalato un giorno di festa ai bambini ricoverati nel reparto di Pediatria del Policlinico di Foggia. I presidenti Michele Piacquadio e Graziana De Palma hanno personalmente consegnato una trentina di giochi e giocattoli da destinare ai piccoli ricoverati, accuditi dal personale che ha ricevuto il materiale destinato ai degenti.
“Tutti noi amiamo il periodo natalizio – hanno commentato entrambi - ma sono i bambini che, più di tutti, aspettano con trepidazione il giorno più bello dell’anno per poter scartare, nel calore e affetto delle proprie famiglie, i regali tanto attesi. E’ solo un piccolo gesto che ha contribuito a far vivere nei più piccoli, anche se in ospedale, l’atmosfera natalizia e la spensieratezza a loro tanto necessaria”.

Quasi nelle stesse ore, al reparto di Oncologia dell’ospedale Lastaria di Lucera sono arrivate 35 mila mascherine chirurgiche utili sia al personale sanitario che a tutte le persone che giornalmente si sottopongono alle cure chemioterapiche. La donazione è stata promossa dall’Istituto Tecnico Economico e Tecnologico “Vittorio Emanuele III” e consegnata dalla dirigente Laura Flagella e dal direttore amministrativo Antonella Favilla, direttamente al dottor Maurizio Di Bisceglie, responsabile della struttura, assieme ai colleghi Antonio Doronzo e Brigitta Mucci.
“Questo vuole essere un segno della nostra vicinanza - ha dichiarato Flagella - a tutte le persone che combattono quotidianamente contro i tumori, soprattutto in questo momento storico così difficile. La donazione è avvenuta in rappresentanza dell’intero corpo docente, del personale amministrativo e di tutti i collaboratori della scuola”.
“Questa donazione è importante per due motivi – ha aggiunto Di Bisceglie – perché le mascherine sono indispensabili e sempre necessarie, soprattutto per i pazienti fragili, ma anche perché ci consente di incontrare il mondo della scuola, dei giovani. E infatti abbiamo concordato di stabilire delle giornate di approfondimento a loro favore per trattare il tema dei tumori femminili e degli stili di vita per prevenire utili per prevenire alcune forme di tumore”.
L’iniziativa è stata supportata dal Comitato “Io sto con il Lastaria”, in collaborazione con il dipendente scolastico Franco Calabrese. 

f.g.

  • 1/4
  • 2/4
  • 3/4
  • 4/4

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.