04/01/2022 12:50:15

Cinque indagati per droga

Risalgono addirittura a cinque giorni fa cinque ordinanze di misure cautelari eseguite dai carabinieri la mattina del 30 dicembre scorso a Lucera, ma rese note solo oggi. Le attuali norme nazionali non consentono agli investigatori di rivelare la maggior parte dei particolari di un’operazione denominata “Caffè a domicilio”, presa in prestito da una delle espressioni captate nelle intercettazioni.
Per tutti l’accusa è quella di spaccio di stupefacenti, e riguarda altrettante persone raggiunte rispettivamente da una custodia cautelare in carcere, una detenzione ai domiciliari, un divieto di dimora a Lucera e due obblighi di presentazione giornaliera alla polizia giudiziaria.
Le indagini sono state condotte dal Nucleo Operativa della Compagnia di Via San Domenico, sono durate sei mesi (da gennaio a giugno 2021) con osservazioni, pedinamenti e intercettazioni che avrebbero consentito di ricostruire il sistema di cessione degli stupefacenti, tra cui appunto l’invito telefonico a “prendere un caffè”. 
Durante una delle perquisizioni effettuate, è stata accertata la detenzione illegale, da parte di uno degli indagati, di dieci munizioni di vario calibro, fatto per il quale è stato denunciato a piede libero. 

Red. 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.