17/01/2022 07:20:35

Buste a sacco, cosa sono e quando servono

Le caselle di posta elettronica rappresentano al giorno d’oggi il canale più diffuso e utilizzato per la trasmissione di qualunque tipo di comunicazione, sia che si tratti di messaggi ufficiali, sia che si tratti di messaggi informali. Tuttavia, esistono dei materiali e dei documenti che non possono che essere spediti e ricevuti attraverso un servizio di posta tradizionale. In alcuni casi, nello specifico, servono le buste a sacco, che sono di dimensioni più grandi rispetto a quelle da lettera tradizionali. Esse, infatti, sono ideate e realizzate per riuscire a contenere un numero di fogli più elevato.

A che cosa servono le buste a sacco
Si ricorre alle buste a sacco quando si ha la necessità di spedire documenti che non si possono piegare, in quanto devono giungere in condizioni ottimali al destinatario. Queste buste sono caratterizzate dalla presenza di un’apertura in corrispondenza del lato corto. Ciò rende più semplice sia inserire i fogli che poi estrarli. Ad agevolare la chiusura provvede, invece, una striscia gommata o autoadesiva. Questa tipologia di busta è molto resistente, anche in virtù della sua robustezza, e proprio per questo motivo è fondamentale per la trasmissione di documenti importanti e la sicurezza che giungano a destinazione in condizioni impeccabili.

Melastampi e le buste a sacco personalizzate
È evidente che per un’azienda usare buste a sacco personalizzate è utile dal punto di vista dell’immagine, in quanto permette di diffondere l’idea di un brand professionale con una grafica coordinata in tutti i suoi aspetti, dalla carta intestata ai biglietti da visita passando, appunto, per le buste adoperate per la corrispondenza. Melastampi è una delle migliori aziende a cui ci si possa rivolgere per ottenere buste di questo tipo personalizzate: una realtà che si è presentata sul mercato da poco tempo ma che è tutt’altro che priva di esperienza, visto che può contare sull’apporto di professionisti che da decenni operano nel comparto della stampa offset e di quella digitale.

Quando c’è bisogno di una busta a sacco
Come si è visto, usare una busta a sacco è essenziale quando si ha la necessità di spedire una mole imponente di documenti o fogli per cui non sarebbe sufficiente una busta tradizionale. Vi si fa affidamento, inoltre, nelle occasioni in cui si devono spedire dei materiali delicati o dei documenti importanti che, in quanto tali, non possono essere piegati o danneggiati. Gli esempi che si possono menzionare in tal senso sono molteplici: oltre ai documenti ufficiali, vale la pena di citare le fotografie, le brochure relative a eventi o prodotti, i materiali e i cataloghi pubblicitari, i report aziendali, i certificati e i contratti.

Quale formato scegliere
Le buste a sacco possono essere realizzate in diversi formati, così da assecondare qualsiasi tipo di esigenza in contesti professionali. Le buste di formato 19x26, per esempio, sono adatte ai documenti standard, mentre quelle di formato 22.9x32.4 vanno bene per documenti di dimensioni più grandi. Una terza soluzione è rappresentata dalle buste sempre di formato 22.9x32.4 ma che in più presentano una finestra con strip di formato 5x10: un accorgimento prezioso per rendere visibili all’esterno i recapiti del mittente o del destinatario.

Un ottimo strumento per la brand identity
Vale la pena di ribadire ancora una volta come le buste a sacco possano essere sfruttate dalle aziende anche per farsi pubblicità. Si tratta, infatti, di oggetti che permettono di consolidare la brand identity e di rafforzare l’immagine aziendale. Le buste a sacco fanno parte del materiale da ufficio, e in quanto tali devono essere contrassegnate da un logo aziendale, proprio come le buste classiche.

f.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0149s.