14/01/2022 08:00:11

Vaccini e tamponi, grandi novità

La Regione Puglia ha siglato un accordo con Federfarma Puglia e Assofarm per l’esecuzione dei test rapidi antigenici, con oneri a carico della Regione, tramite farmacie convenzionate pubbliche e private, ai fini dell’accertamento della guarigione da Covid. La partecipazione delle farmacie è su base volontaria e i test rapidi saranno eseguiti con oneri a carico della Regione al prezzo calmierato di 15 euro, previa prescrizione su modulistica regionale da parte dei Medici di Medicina Generale o dei Pediatri di Libera scelta.
L’accordo definisce gli aspetti tecnico-operativi sottesi all’attività di screening che potrà svolgersi, su prenotazione, secondo modalità diverse e alternative: all’interno della farmacia in uno spazio separato da quelli dedicati all’accoglienza dell’utenza e alla vendita; durante l’orario di chiusura dell’esercizio; in ambiente esterno e adiacente alla farmacia; mediante il servizio domiciliare. I risultati dei test effettuati saranno registrati dalle farmacie sul sistema informativo Iris. L’accordo deve essere ancora approvato dalla Giunta regionale.

Intanto, è già on line sul portale istituzionale della Regione Puglia un nuovo strumento per fare chiarezza su tamponi, sintomi, contatti stretti, positività al Covid. Una pagina “conversazionale”, pubblicata nella sezione Speciale Coronovirus. “Le domande da parte dei cittadini su come comportarsi in caso di positività, contatto stretto o comparsa di sintomi, sono tantissime e la casistica è molto varia – ha spiegato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano – per questo abbiamo messo a punto un sistema che rendesse semplici e accessibili le risposte. I dipartimenti Promozione della Salute e Comunicazione istituzionale si sono adoperati per ridurre la complessità e fornire informazioni mirate per ciascun caso, offrendo ai cittadini risposte precise sulla base delle ultime disposizioni nazionali e regionali. Questo sistema verrà aggiornato e perfezionato man mano che ci saranno ulteriori contenuti da comunicare”.
Cliccando su http://rpu.gl/covid-cosa-fare i cittadini possono accedere al questionario che li condurrà passo per passo a ricevere tutte le informazioni utili. Il sistema procede con l’identificazione della loro fattispecie (positività, sintomi compatibili con il Covid o contatto stretto con una persona positiva), tipologia di test o tampone effettuato per l’accertamento dell’infezione da SARS-CoV-2, verifica se ci sono sintomi o meno, e circoscrive la casistica in base allo stato vaccinale. Una volta circoscritto il caso, il sistema fornisce informazioni su come comportarsi, a chi rivolgersi, l’eventuale durata dell’isolamento o quarantena, le tempistiche e modalità per l’effettuazione del tampone di verifica. L’applicazione utilizzata è stata scelta per la sua capacità di semplificare e orientare gli utenti. La pagina è inoltre corredata da un glossario con la definizione dei termini più complessi e da link con approfondimenti e servizi.

Infine, è stato siglato anche un accordo con i Pediatri di libera scelta per la gestione dei casi Covid in Puglia nella fascia di età pediatrica, così come già accaduto con quelli di medicina generale, per conoscere il percorso di assistenza e cura in caso di contagio della fascia pediatrica. I pediatri potranno continuare a somministrare all’interno dei loro studi anche i test antigenici per diagnosticare la positività nei casi sospetti. Quindi, i soggetti asintomatici che dovessero risultare positivi a un test antigenico di III^ generazione o a un test molecolare erogato dalle strutture autorizzate, ai fini del provvedimento di isolamento, di appuntamento per il tampone e del provvedimento di avvenuta guarigione, anche ai fini del green pass, saranno gestiti direttamente dalle Aziende sanitarie locali con modalità e procedure automatizzate generate dalla piattaforma Irisi.  
I soggetti sintomatici e positivi, saranno invece presi in carico dal pediatra di libera scelta che, oltre alle normali attività già previste, genereranno la richiesta di tampone di controllo ai fini del provvedimento di guarigione.

Red. 

Vedi anche: Week-end vaccinale a rischio caos

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0469s.