26/04/2022 11:42:42

Prime soluzioni sulle corse soppresse

Da oggi potrebbe arrivare una prima soluzione al problema delle corse del trasporto pubblico locale soppresse al termine dell'emergenza Covid nelle tratte Biccari-Foggia e Monte Sant'Angelo-Foggia. 
Il presidente della Provincia Nicola Gatta ha annunciato una specifica deliberazione con uno stanziamento di circa 50 mila euro con cui assicurare la prosecuzione del servizio sino al 10 giugno prossimo, con una corsa (andata e ritorno) nella tratta Biccari-Lucera-Foggia, un’altra corsa (andata e ritorno) in quella Monte Sant'Angelo-San Giovanni Rotondo e con due corse (andata e ritorno) per il tragitto Monte Sant'Angelo-Policlinico Riuniti. Saranno tutte inserite in fasce orarie compatibili con l'orario di ingresso e di uscita degli studenti dai propri istituti scolastici.
La loro precedente cancellazione, infatti, ha determinato gravi disagi soprattutto nella popolazione scolastica, rimasta di fatto in una condizione di sostanziale isolamento ormai da circa un mese. 
"Come chiarito dal Ministero del Trasporti, è consentito assicurare continuità alle corse annullate alla fine dello stato dell'emergenza pandemica in presenza di situazioni di necessità – ha spiegato Gatta – e proprio sulla base di questa possibilità abbiamo tenuto due incontri con Regione e Prefettura, con l'obiettivo di definire la migliore strategia utile a garantire il diritto alla mobilità delle nostre comunità e, in particolare, quello allo studio dei nostri ragazzi".
Da Palazzo Dogana hanno comunque riferito che dagli incontri, tuttavia, non è ancora emerso un riscontro concreto da parte della Regione su un finanziamento delle corse da continuare. Da qui la decisione di anticipare le risorse per fornire una risposta urgente all’utenza. 

Sulla questione è intervenuto anche il consigliere regionale Giannicola De Leonardis che ha sollecitato il presidente Michele Emiliano di farsi carico della soluzione del problema: “Il governo regionale, ancora una volta, non perde occasione per dimostrare tutta la propria inefficienza e il suo disinteresse nei confronti della Capitanata – ha dichiarato – e stavolta ci tocca rilevare come la comunità biccarese sia in attesa di una modifica di spesa di appena 10 mila euro per coprire i costi della corsa aggiuntiva scolastica fino a giugno sulla tratta per Lucera. E’ un problema noto da tempo e che a più riprese il sindaco Gianfilippo Mignogna ha evidenziato, rimarcando la necessità di correre ai ripari, finanche facendo ricorso alle casse comunali, quelle di un piccolo Comune su cui ogni spesa è impattante, così come è sacrosanto garantire il diritto allo studio dei nostri ragazzi mettendoli nelle condizioni di poter frequentare le scuole di appartenenza per tutto l’anno, evitando loro la lotta per salire sui mezzi disponibili”.

“È stata ascoltata la voce di chi ha rimarcato il ruolo essenziale del trasporto pubblico per i residenti in un piccolo comune e per l’esercizio dei loro diritti fondamentali, tra cui quello allo studio – ha commentato Mignogna – e quindi grazie a chi ha lavorato per la ricerca di una rapida soluzione, a partire dal presidente Gatta che anche in questa circostanza ci ha confermato impegno e vicinanza”. 

c.g.

Aggiornamento ore 19.30
Dichiarazione dell’assessore regionale ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile Anna Maurodinoia: “Non c’è inefficienza né disinteresse da parte della Regione Puglia sui servizi aggiuntivi di TPL nel territorio foggiano, c’è stato solo bisogno di tempo. Questo Assessorato, partecipando ai tavoli prefettizi, che hanno avuto in questi due anni il compito di individuare le corse destinate ai servizi scolastici da finanziare come servizi aggiuntivi di TPL, ha sostenuto la richiesta della Provincia di Foggia di far proseguire, almeno fino a chiusura dell’anno scolastico, i servizi aggiuntivi sulle tratte Biccari-Lucera, Monte Sant’Angelo-San Giovanni Rotondo e Monte Sant’Angelo-Foggia Ospedali Riuniti. Ottenendo infine l’assenso necessario affinché i servizi possano riprendere. Comprendiamo pienamente le istanze del territorio e abbiamo fatto tutto quello che era nostro dovere fare affinché le tratte in questione fossero ancora riconosciute come servizi aggiuntivi necessari per gli studenti pendolari, nonostante la fine dello stato di emergenza. E, inoltre, si deve sottolineare che la Provincia di Foggia potrà finanziare questi servizi con le economie di risorse stanziate dal Bilancio della Regione Puglia con determinazioni dei nostri uffici tra la fine del 2021 e gli inizi di quest’anno. Abbiamo ascoltato i territori e portato le loro esigenze al tavolo prefettizio. Inoltre, considerato che ormai i mezzi di trasporto possono circolare pieni al 100%, garantire corse in più ci sembra un’ulteriore misura di sicurezza per affrontare una situazione sanitaria che non si è del tutto risolta.”

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.