04/05/2022 16:42:10

Cittadini europei partendo dai territori

L’Europa sempre “+ vicina” con un progetto di due giorni sulla formazione del cittadino, in programma venerdì pomeriggio a Lucera e sabato mattina a Casalvecchio. Sono queste le tappe di un percorso di avvicinamento al vecchio continente con il progetto “Europa sempre + vicina”, organizzato da Moby Dick Ets e con il diretto interessamento di entrambi i Comuni coinvolti. L’iniziativa è finanziata dall’Agenzia Nazionale Giovani nel programma Erasmus+, in particolare con la linea youth participation activities.
Le attività rappresentano solo la prima tappa di un tour che toccherà diverse regioni italiane, tra cui Piemonte, Sicilia e Campania, per poi arrivare a Strasburgo in occasione della Festa dell’Europa del 2023. 
L’obiettivo è quello di mettere in contatto i giovani con decisori politici e rappresentanti della società con l'obiettivo di rispondere agli Youth Goals europei, generando una catena virtuosa anche sui propri territori. 
L’evento vuole coinvolgere enti, scuole e associazioni giovanili per intavolare delle vere e proprie discussioni sui valori dell’Unione. 
In Piazza Duomo, a Lucera, il 6 maggio a partire dalle 17 si parlerà proprio di “Essere cittadino europeo", con gli annunciati interventi dell’europarlamentare Mario Furore, del Sindaco di Biccari Gianfilippo Mignogna, pure referente per le politiche giovanili dell’Area Interna, di Raimondo Giallella, Sindaco di Pietramontecorvino e coordinatore dell’Area Interna dei Monti Dauni, di Noè Andreano, Sindaco di Casalvecchio di Puglia e Giuseppe Pitta, Sindaco di Lucera, in rappresentanza dei Comuni co-organizzatori dell'evento, di Andi Seferi, vice Sindaco di Tirana, e di Iva Beharaj, direttrice delle politiche giovanili della Capitale albanese, oltre a una delegazione di cinque giovani provenienti dal Paese delle Aquile. 
Il giorno successivo, dalle 9, spazio agli incontri nella sala consiliare con gli alunni della scuola primaria dell’istituto Mandes di Casalvecchio. 
La manifestazione si concluderà con la ricezione delle idee e degli spunti dei partecipanti, da parte degli attori politici presenti. 

“Questi eventi sono di fondamentale importanza per il territorio, in quanto i nostri giovani spesso sono inconsapevoli e ignari delle possibilità che l'Europa offre – ha spiegato Maria Costantina Mormando, direttrice Moby Dick Puglia – e spero sia solo il primo di tanti, così da coprire tutta la provincia di Foggia”.
“Sarà un momento di ascolto e di confronto tra i giovani e le istituzioni con l'obiettivo di promuovere la loro partecipazione affinché possa crearsi un dibattito inclusivo e accessibile sulle sfide che tutti i giovani si trovano ad affrontare, tra cui l’impatto negativo che ha avuto la pandemia – ha aggiunto Noè Andreano – e il confronto con i nostri giovani costituirà un spunto importante per la costruzione di una strategia di azione in linea con gli obiettivi prefissati dalla strategia dell’Ue per la gioventù 2019- 2027 che si innesti, nel caso particolare, con quella delle Aree Interne di cui i Monti dauni fanno parte”.

f.g.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0469s.