11/05/2022 07:41:30

Andate a ruba le azalee dell'Airc

“Sono andate a ruba. L'anno prossimo triplico il numero!”. Così Marianna Tremonte, neo responsabile di zona dell’Airc, ha commentato soddisfatta l’eccellente risultato della vendita delle azalee ottenuto a Lucera.
Domenica mattina, prima di mezzogiorno, le 250 piante erano già terminate. Nonostante la pioggia battente, che ha costretto i volontari a spostarsi da Piazza Matteotti ai cosiddetti “portici” poco distanti e da Piazza Duomo al riparo del Circolo Unione, molti lucerini hanno voluto contribuire alla raccolta fondi per sostenere i ricercatori impegnati a trovare diagnosi sempre più precoci e terapie più efficaci per i tumori che colpiscono le donne.

“Ci è dispiaciuto per i tanti che volevano acquistare le azalee e non le hanno trovate – ha detto Tremonte a Luceraweb –, addirittura è arrivata anche una signora da Foggia. La risposta generosa dei lucerini ci ha riempiti di gioia, soprattutto perché mancavamo dalle piazze di Lucera da due anni, a causa delle restrizioni causate dalla pandemia. Quindi siamo tornati carichi di entusiasmo e con alcune novità che evidentemente ci hanno premiato. Anzitutto abbiamo scelto di dedicare due giorni alla vendita, sabato 7 e domenica 8, Festa della Mamma, e poi abbiamo deciso di essere presenti contemporaneamente in due piazze diverse della città. Ma, soprattutto, siamo stati affiancati da uno speciale al gruppo di volontari: gli studenti dell'Istituto Comprensivo Tommasone-Alighieri. Ringrazio la dirigente Francesca Chiechi, che ha colto nella nostra iniziativa l’opportunità per una crescita civica dei ragazzi delle classi terze della scuola secondaria di primo grado, perché sono convinta che sensibilizzare i giovani al volontariato sia fondamentale, poi Aurora Schiavone, storica responsabile dell'Airc a Lucera, Adriana Nardone e le donne che hanno voluto testimoniare la propria esperienza. Infine, ringrazio Silvio Di Pasqua, presidente del Circolo Unione, che ci ha offerto massima ospitalità e vicinanza”.

La promessa di aumentare il numero delle azalee è seria, come l’intenzione di accrescere la presenza in città attraverso nuove iniziative e appuntamenti che coinvolgano la cittadinanza anche in altri periodi dell’anno, per far conoscere le attività dei volontari e portare nuove e importanti testimonianze di donne che hanno superato il cancro e sentono di poter raccontare la loro storia di rinascita e di coraggio. 

Enza Gagliardi

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.