11/05/2022 14:52:20

Oltre dieci chili di droga in un colpo solo

Era il pomeriggio dello scorso 19 aprile quando è scattato il blitz dei carabinieri in pieno centro storico a Lucera, con l’arresto di due persone che erano in possesso di uno straordinario quantitativo di droga, forse senza precedenti nella storia della città: oltre dieci chili di hashish e circa mezzo chilo di cocaina.
La procura della Repubblica e il comando provinciale di Foggia solo pochi minuti fa hanno rivelato la vicenda, senza fornire le generalità di due uomini di 35 e 32 anni che sono finite in manette in quella occasione. 
Entrambi comunque sono ancora detenuti in carcere.
L’operazione è stata eseguita dai militari della Compagnia di Via San Domenico, i quali hanno ricevuto il supporto di squadre dei Cacciatori di Puglia e del Nucleo Cinofili di Modugno. 

A luglio dell’anno scorso una situazione simile si era registrata in Via De Nicola, nel quartiere Cappuccini, quando calarono contemporanemente uomini e mezzi interforze di polizia, carabinieri e guardia di finanza. In quella circostanza, gli arresti scattarono per un coppia di conviventi, e alla donna venne contestata la detenzione di due panetti di hashish da 100 grammi ciascuno. Le successive perquisizioni di abitazioni, cantine, box, garage, terrazze, e il controllo di veicoli e persone sospette, portò al ritrovamento di oltre due chili di stupefacenti tra cocaina (quasi mezzo chilo), hashish (anche in questo caso all’incirca mezzo chilo) e marijuana (circa un chilo e 400 grammi in tutto), assieme a materiale utilizzato per il confezionamento delle singole dosi e a una piccola pressa in ferro che gli inquirenti abbiano ritenuto utile per la realizzazione proprio dei “panetti” di hashish. Furono rinvenute anche 50 munizioni per arma da fuoco di diverso calibro e 48 munizioni “a salve”.

Durante il giro di controlli recenti, è stato pure arrestato un 45 enne, con l’accusa di ricettazione, detenzione di arma clandestina e di munizionamento; l’uomo è stato trovato in possesso di una pistola cal. 7.65 con matricola abrasa, più altre munizioni di calibro diverso, illegalmente detenute.

I militari hanno agito anche sulla circolazione stradale, attraverso i classici “posti di blocco” da cui sono scaturite numerose sanzioni per mancata copertura assicurativa o mancata revisione del veicolo, ma anche per molteplici condotte imprudenti (guida col cellulare, senza cintura) o per parcheggi “selvaggi”. E’ stata infine sequestrata una carta di circolazione straniera cui era stato apposto un timbro di revisione presumibilmente falso, con conseguente denuncia del presunto responsabile all’autorità giudiziaria. 

Red. 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.