10/06/2022 09:53:53

La dottoressa Acquaviva scrive a Luceraweb

Egregio direttore,
le scrive la dott.ssa Giovanna Antonia Acquaviva per precisazioni rispetto all'articolo da lei sottoscritto recante il titolo "Lo strano rapporto tra politica e personale" relativo al Comune di Lucera pubblicato sul sito web del suo giornale online, in considerazione delle non corrette informazioni pubblicate relative alla mia persona nella qualità di Segretario Generale del Comune di Lucera.
Innanzi tutto non è veritiero che io sia originaria di San Severo giacché io  sono originaria di Taranto.
Sono tutt'oggi incaricata presso il Comune di Lucera quale Segretario Generale in virtù di decreto della Prefettura di Bari.
Alla naturale scadenza del periodo di reggenza disposta dalla Prefettura di Bari era atto procedurale obbligatorio per il Sindaco chiedere la pubblicazione della sede pertanto, l'affermazione che ciò sia derivato dal venir meno della fiducia del Sindaco nei miei confronti è una sua  personale dichiarazione visto che nessuna manifestazione in tal senso mi ha palesato il Sindaco, ferme restando le sue prerogative di nomina.
In questi mesi di permanenza presso il Comune di Lucera ho lavorato intensamente e ne sono la prova i numerosi atti da me assunti non ultime le assunzioni di personale da me effettuate per rinvigorire la dotazione organica dell'Ente bloccata da anni.
Con riserva di tutela dei miei diritti nelle sedi opportune, la saluto cordialmente.
Dott.ssa Giovanna Antonia Acquaviva

Egregia dottoressa, 
prendo atto delle sue precisazioni, alle quali replico molto volentieri, anzitutto ammettendo di aver confuso la città di origine con quella di residenza attuale. Mi scuso con lei e con i cittadini di Taranto per aver sottratto loro la sua importante appartenenza territoriale.
Confermo che è una mia personale considerazione il fatto che “si sia esaurito il rapporto di fiducia con l’Amministrazione Pitta”: il tempo dirà, magari a breve, se questa mia espressione fosse priva di fondamento.
Per il resto, nessuno ha mai messo in dubbio la sua intensa attività lavorativa, perdipiù a proposito delle assunzioni di personale, con atti adottati pochi giorni dopo la sua condanna per il precedente incarico svolto a Reggio Calabria.
Approfitto dell’occasione per augurarle di poter chiarire presto e definitivamente la sua estraneità alle accuse contestate.
Saluti
Riccardo Zingaro

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.