19/07/2022 18:42:19

Il Motodromo in zona 167

Pregiatissima redazione di Luceraweb, 
sono stupito che la Vostra testata giornalistica, sempre attenta e precisa nel riportare gli eventi cittadini, non abbia informato la cittadinanza dell'apertura del "Motodromo Santa Maria delle Grazie" e degli eventi, notturni, già organizzati presso questa struttura. 
In realtà sono anche stupito che le forze dell'ordine non abbiano organizzato un servizio d'ordine per controllare il rispetto sia delle norme anticovid sia quelle norme di sicurezza relative alle pubbliche manifestazioni.
Non so se in questa mia mail si colga la sottile e triste ironia… ma sono decisamente esterrefatto che moto di grossa cilindrata all'una di notte in zona 167 gareggino liberamente. 
Esterrefatto perché il rumore di queste moto è decisamente assordante in quanto spinte al massimo della velocità, e poi le urla e gli applausi finali che si sentono al traguardo...  
Nessuno sente nulla, nessuno interviene, questi eventi diverranno virali sui vari social quando ci scapperà l'incidente al malcapitato che magari, rientrando da lavoro o da una serata di svago, si troverà in auto una moto, con relativo motociclista, che gareggiando non si è fermata allo stop di Viale Michelangelo.   
Allora si scateneranno i leoni da tastiera e lo scuotimento di mani di coloro che DEVONO intervenire, ma non sono in grado di farlo perché occupano certi ruoli per "grazia ricevuta".
Un affezionato Vostro lettore, abitante del quartiere

Le “gare” di ieri sera le ha sentite mezza città, sicuramente tutti i quartieri periferici di 167, Lucera 2 e Pezza del Lago, con il rumore favorito anche dal silenzio notturno. Da quello che ci racconta, nessuno sarebbe intervenuto per cercare di capire cosa stesse succedendo, e magari sarebbe stato appropriato farlo anche perché proprio ieri sera forse è stato battuto il record di fuochi di artificio esplosi in una sola serata: ce ne sono stati segnalati almeno quattro, per i quali sarebbe stato opportuno verificare le rispettive autorizzazioni.
Quando i cittadini sui social lamentano l’assenza di controlli, dicono una cosa vera, perché sono gli stessi che devono assistere a certe scene, stupefatti o spaventati, dietro i balconi e le finestra di casa propria. E invocano a giusta ragione maggiore presenza delle forze dell’ordine che magari, proprio in quel momento, erano impegnate sicuramente in qualcos’altro di più grave o importante.
Ma se così non fosse, resta sempre il dubbio che in tutta quella zona della città non abiti un solo carabiniere, poliziotto, finanziere o vigile urbano che potrebbe chiamare i colleghi in servizio a intervenire. Sarebbe un gesto utile anche da libero cittadino. 

Sui fuochi d’artificio qui c’è libertà assoluta, e non è soltanto una questione di disturbo della quiete pubblica, ma di consapevolezza di poter fare ciò che si vuole, senza temere nulla. Fesso chi non lo fa.
Nessuno sente, nessuno vede e nessuno parla. Siamo alle tre scimmiette.
Ed è questo l’humus su cui si sta sviluppando la Lucera incivile e indisciplinata. Tra poco, invece di intervenire, le cosiddette autorità si vedranno costrette a concedere autorizzazioni notturne a bancarelle che faranno da cornice a quello che lei chiama "Motodromo Santa Maria delle Grazie", con vendita di panini e birre. Musiche e bandiere sono fornite dal quartiere.
Una terra di nessuno, con leggi proprie. Dove pochi balordi comandano e tutti devono subire. 
Ora, se come nel suo caso, il cittadino perbene e onesto non tollera questa situazione di inciviltà conclamata, a chi si deve rivolgere? A chi bisogna appellarsi? 
La domanda che noi di Luceraweb facciamo da anni è sempre la stessa: di chi è la città?

Vedi anche: Monopattini pericolosi per tutti

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.