06/09/2022 08:48:23

Iniziative e testimonianze su Luigia Boccamazzo

“Dove c'eri tu allegria e divertimento!!
E’ stata questa la fotografia più realistica da chi conosceva meglio di tutti Luigia Boccamazzo, cioè sua sorella gemella Michela, al termine di funerale della donna  di 37 anni morta a seguito di un incidente stradale assieme all’amica Amelia Capobianco.
“Ma adesso aiutaci a superare questo momento – ha aggiunto – perché tu e Amelia ora siete voi le gemelle in cielo”. 

“E adesso a chi chiederò adesso consigli, chi sarà il mio punto di riferimento?”, ha aggiunto in un altro messaggio pubblico la nipote Mary, adolescente che vedeva nella zia l’alter ego della madre gemella.

Alla cerimonia religiosa ci sono state anche le rappresentanze istituzionali, con l'intervento del vice sindaco Maria Barbaro e del comandante della Compagnia carabinieri Marco Vivaldi, mentre sono stati lunghi minuti di commozione e ricordi quelli che hanno caratterizzato i momenti successivi alla celebrazione del rito funebre, con la piazza antistante la chiesa parrocchiale di Santa Maria della Spiga che ha raccolto centinaia di persone che si sono strette attorno a una famiglia molto conosciuta nel quartiere.

Tra queste c’erano anche i colleghi della ditta di distribuzione farmaci in cui Luigia lavorava da almeno 15 anni e dove era stata prelevata dall’amica a fine turno quella tragica sera: “Era il valore aggiunto tra il personale in grado di risolvere qualsiasi problema – hanno riferito - grande lavoratrice e sempre pronta ad aiutare tutti, anche perché in azienda siamo come un famiglia. Portava allegria e pragmatismo nell'ambiente che frequentava da poco più che maggiorenne. Sarà difficile sostituirla dal punto di vista professionale e umano e la vogliamo ricordare tra gli scaffali dell'azienda ma anche nel campo di calcio dove abbiamo insieme vinto un torneo aziendale”.

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.