07/09/2022 11:03:06

Come sfruttare il liquido per le sigarette elettroniche

Le sigarette elettroniche funzionano grazie ad appositi liquidi, vale a dire miscele aromatizzate che vengono vaporizzate per mezzo di una resistenza riscaldante. Le e-cig sono dotate di un serbatoio dentro cui si può caricare il liquido con il gusto che si preferisce: da qui viene poi convogliato per mezzo di un materiale assorbente (di solito cotone organico non trattato) alla resistenza, che con il passaggio della corrente si arroventa e vaporizza istantaneamente la miscela.

Come è fatto il liquido per la sigaretta elettronica
Tutti gli ingredienti contenuti negli e-liquid sono tollerati piuttosto bene dall’organismo, eccezion fatta per eventuali allergie o intolleranze alle sue specifiche componenti. Per comporre una miscela da svapo servono due elementi principali: il glicerolo vegetale (VG) e il glicole propilenico (PG), che formano insieme quello che viene definito liquido base. Si aggiungono, poi, gli aromi, che danno sapore e profumo, e si può scegliere di avere o meno la nicotina, disponibile in diverse gradazioni.

Il liquido base
La glicerina vegetale – o glicerolo vegetale, a seconda di come la si voglia chiamare – è un ingrediente di provenienza naturale. Si tratta di un additivo caratterizzato da alta vischiosità che serve a dare corpo e persistenza al vapore. L’altro ingrediente principale del liquido base è il glicole propilenico, che si usa sia nell’industria alimentare come conservante, dato che assorbe l’umidità, che nel settore cosmetico, per le sue proprietà umettanti. Il suo ruolo negli e-liquid è quello di veicolare l’aroma e, quindi, renderne ben percepibile il sapore. A seconda delle esigenze dello svapatore si può intervenire sulla concentrazione del glicerolo e del glicole. Nel caso in cui si abbia intenzione di avere nuvole più grandi, in particolare, occorre diminuire la concentrazione di glicole e aumentare quella di glicerolo. Qualora si preferisca focalizzarsi sull’esperienza aromatica, invece, il liquido ideale è quello in cui i due componenti sono presenti in uguali quantità. In tal senso, le miscele a prevalenza di VG sono adatte allo svapo polmonare (molto arioso), mentre quelle per lo svapo di guancia (contrastato come il tiro di una sigaretta tradizionale) sono bilanciate, con una percentuale del 50% sia di glicole che di glicerina.

Gli aromi e la nicotina
Gli aromi e la nicotina, messi assieme, formano più o meno il 10% dei liquidi per sigaretta elettronica, ma non è obbligatorio che siano presenti nella ricetta; solo che una base neutra senza gusto non dà molta soddisfazione a livello palatale. Gli aromi esistono in tanti sapori diversi, sono di tipo alimentare e vengono solitamente disciolti nel glicole propilenico. La nicotina, invece, determina il colpo in gola, che in gergo viene definito hit, ovvero la sensazione di lieve raschiamento all’aspirazione del vapore, tipica del fumo di tabacco. Parecchi fumatori decidono di iniziare a usare le e-cig: si tratta di una possibilità concreta perché è proprio la nicotina la sostanza che nel fumatore crea assuefazione. Di conseguenza, se la sua concentrazione viene adattata al consumo della persona, si evitano le crisi di astinenza e il ritorno alle sigarette, per poi ridurne il contenuto all’interno dei liquidi in maniera graduale, arrivando addirittura ad eliminarla del tutto. Secondo la legge europea sui prodotti che contengono nicotina (TPD), comunque, il livello massimo disponibile per gli utenti è 20 mg/ml.

I liquidi scomposti e mix and vape
In commercio si possono trovare anche i liquidi scomposti, flaconi che contengono una base aromatizzata da diluire ulteriormente al loro interno con VG, PG e nicotina, fino a riempire del tutto la boccetta. Esistono vari formati, ma i più diffusi sono i 20+40 (per ottenere 60ml di e-liquid) e i 10+10 (per ottenerne 20ml), in cui il primo numero rappresenta la quantità di aroma presente nel contenitore e il secondo numero la quantità di additivi necessari per il completamente del liquido. Gli scomposti, chiamati anche shot series, consentono di personalizzare la miscela a seconda che si svapi di guancia o polmone, mentre i mix & vape contengono 40 o 50ml di base aromatizzata a cui si devono aggiungere 10 o 20ml di nicotina liquida per raggiungere i 60ml finali: in questo caso la densità del prodotto finito sarà quella pre-impostata dal produttore.

Dove si comprano i liquidi da svapo
I liquidi per la sigaretta elettronica, e in generale tutti gli accessori correlati all’uso delle e-cig, possono essere comprati online in tantissimi portali, primo fra tutti Svapoebasta.com, shop che propone spedizioni gratuite per tutti gli ordini di valore superiore a 59,90 euro. Servizio di clienti cordiale e professionale, prezzi convenienti, articoli originali dagli standard di qualità elevati: sono solo alcuni dei tanti motivi per cui vale la pena di acquistare qui. Inoltre, sono accettate tutte le tipologie di pagamento più diffuse, inclusi il contrassegno gratuito e il bonifico bancario.

Red. 
 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0469s.