14/09/2022 08:55:21

Chiesto il senso unico in Corso Garibaldi

Sono una decina, tra residenti e commercianti, a chiedere al Comune di Lucera provvedimenti più stringenti per la viabilità di Corso Garibaldi, per il quale invocano sostanzialmente l’istituzione del senso unico di marcia dall’arco di Porta Foggia verso Palazzo Mozzagrugno. 
Lo hanno messo per iscritto con una lettera firmata il 30 giugno scorso e indirizzata a sindaco, comando di polizia municipale e assessore ai Lavori pubblici.
L’iniziativa è stata motivata con la necessità primaria di assicurare maggiore sicurezza ai pedoni: “E’ ormai noto a tutti che la strada su cui insiste il doppio senso di marcia – si legge del documento - è diventata una delle arterie di Lucera su cui confluisce la quasi totalità del traffico veicolare del centro storico. A causa della carreggiata, in alcuni punti molto stretta, non adatta ad ospitare il doppio senso di marcia e il quotidiano traffico veicolare, elevatissimo in taluni orari di punta, risulta arduo e pericoloso il transito dei pedoni che si accingono a percorrerla e, in particolar modo, di chi sospinge un carrozzino oppure è anziano. Bisogna considerare che, stante il doppio senso, i conducenti delle autovetture di entrambi i sensi transitano sempre troppo vicino al muro, in barba ad ogni articolo del codice della strada e noncuranti dello spazio che dovrebbero lasciare al passeggio pedonale. I proprietari delle attività commerciali e delle private abitazioni che si affacciano sulla strada vedono sfrecciare davanti ai propri ingressi autovetture, furgoni e mezzi di ogni tipo, anche ad elevate velocità. Nelle giornate piovose la situazione peggiora perché il traffico veicolare si intensifica e allora il corso diventa impraticabile.
I due punti più critici che contribuiscono a creare ingorghi risultano l’arco di Porta Foggia, attraverso il quale può transitare un solo veicolo e il tratto di fronte al Palazzo di Città, ove sono collocati i paletti dissuasori che restringono ulteriormente la carreggiata".

“Finora non abbiamo avuto né riscontro – hanno riferito a Luceraweb i firmatari - e nemmeno una risposta, seppur negativa. Nonostante siano trascorsi più di due mesi, riteniamo che la nostra proposta abbia un senso e debba essere presa seriamente in considerazione”.

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0137s.